22 Settembre 2021, 09.20
Bagolino
Compleanni

Conversazione con una ragazza di 102 anni

di Marisa Viviani

Deodata Melzani, classe 1919, 102 anni compiuti il 19 settembre scorso, ha varcato il prestigioso traguardo del secolo con eleganza e riserbo, senza ostentazione del bagaglio di esperienza e di memoria che porta con sé.


Batte ai punti molti veri giovani, questa ragazza di 102 anni, non solo perché lei a questa età ci è arrivata, e in splendida forma, ma soprattutto per la lucidità e lo spirito integro di chi, consapevole dei suoi limiti, li accetta con obiettività, senza indulgere ad autocompatimento o lamentazioni, ma conservando un grande rispetto per il decoro della propria persona, fisica e mentale.

- Non bisogna lasciarsi andare, si deve reagire ai problemi e pensare alla propria vita. -

Deodata Melzani, classe 1919, 102 anni compiuti il 19 settembre scorso, ha varcato il prestigioso traguardo del secolo con eleganza e riserbo, senza ostentazione del bagaglio di esperienza e di memoria che porta con sé.

Eppure siamo in presenza di una persona che ha attraversato un secolo di vita e di storia, e che è depositaria di una immensa quantità di ricordi, testimone di vicende famigliari, personali, del proprio paese, che meriterebbero di essere raccolte e mantenute nella più ampia memoria della comunità.

Ha una memoria di ferro la nostra Deodata, e un pensiero lineare che va dritto al sodo delle questioni, una consapevolezza di sé e dell'esistenza che la porta ad affrontare la sua condizione di centenaria con pacatezza e serenità, senza asprezze o rimpianti.

E conversare con lei è sempre piacevole e mai banale.

Conversazione  con Deodata Melzani nel giorno della festa di compleanno.

DOMANDA: Come ti senti oggi, Deodata? Sei emozionata?

RISPOSTA: Sono 15 giorni che sono agitata, perché tutti mi fanno complimenti, ma sai, non si guadagna molto a diventare vecchi.

D: Si guadagna esperienza.

R: Bisogna farla sulle proprie spalle, ci si ripensa, si impara. Però se tornassi indietro rifarei le stesse cose, non potrei lamentarmi della mia vita.

D: Anche se un tempo la vita era più dura?

R: Sì, a parte quando avevo 25 anni, perché ho attraversato un periodo critico.

D: Avresti mai pensato di arrivare a 100 e più anni?

R: Questi calcoli non si si fanno, ci si arriva senza rendersene conto, anche se una mia sorella è arrivata a 99 anni e mezzo, altre sorelle a 97, 93, 91, e mio padre è morto a 96 anni; mia madre e i miei  fratelli invece sono morti giovani. Comunque tutto ha una fine, finisce tutto.

D: Dicono che lassù si sta bene.

R: Nessuno è mai tornato indietro a raccontarlo.

D: Allora vuol dire che stanno bene.

R: Vorrei andare a letto una sera, addormentarmi, e non risvegliarmi più.

D: Perché? Qui sei coccolata, ti vogliono bene tutti.

R: Non posso certo lamentarmi, del resto non do molto da fare.

D: Cosa ti manca della tua vita passata?

R: Mi mancano i viaggi. Ho viaggiato molto in tutta Europa e Italia, con una compagnia di amici di Brescia. Ogni tanto guardo le foto di quei viaggi, e li ricordo.

D: Cosa ti ha colpito di più fra i tanti Paesi che hai visitato?

R: La Russia, perché sono andata a visitare la tomba di mio fratello morto in guerra.

D: Se oggi ti proponessero un viaggio, accetteresti?

R: Sarebbe un sogno, ma non me la sentirei, non avrei l'energia per godermi la mia autonomia di fare quello che mi pare.

D: Qui, nella casa di riposo di Bagolino, le animatrici organizzano spesso delle uscite per visitare luoghi e per svago, tu partecipi?

R: Dipende dalle proposte; a Ponte Caffaro non sono mai andata, mi viene la malinconia. Qualche settimana fa siamo andati in visita alla Rocca d'Anfo, la prima uscita dopo quasi due anni chiusi qua dentro. Sono stata contenta, perché avevo visto mezzo mondo ma non la Rocca che è a due passi da qui; la vista è stupenda, si vede tutto il lago e le montagne intorno.

D: Tu sei stata una bravissima sarta, molto apprezzata; quando hai smesso di lavorare?

R: Un anno prima di venire in casa di riposo, a 96 anni; gli ultimi tempi non lavoravo più per la clientela, ma solo per me e per la famiglia.

D: Ti manca il tuo lavoro?

R: Moltissimo; mi piaceva cucire, e mi annoio a non avere un'occupazione.

D: Come hai trascorso il lungo periodo della pandemia?

R: Io non mi sono ammalata e ho affrontato bene anche il tempo della clausura; pensavo: se il covid verrà, così sarà.

D: Cosa pensi della tua lunga vita?

R: Penso di essere arrivata al colmo della salita e adesso di iniziare a scendere, tutto ha una fine.

D: Rimpianti?

R: Forse avrei potuto fare meglio, ma non si può pretendere di più; sbagli se ne fanno, ma credo di non aver fatto del male a nessuno.

D: Oggi verranno i tuoi nipoti per festeggiarti, sei contenta?

R: Ho avuto una ventina di nipoti e un'infinità di pronipoti e bisnipoti, ne verrà qualcuno, perché ancora non si possono fare grandi feste, li vedrò volentieri.

D: E sei contenta di questo nuovo traguardo?

R: Se non ci fosse stato sarebbe meglio, sono stanca. Come ho detto mi annoio a non far niente, per me la vita si è fermata, anche se non sto male, e comunque non mi lamento.

D: Sai che sei molto invidiata per il tuo spirito vitale e la tua forza di carattere?

R: Devo ringraziare il Signore, è vero, e bisogna reagire, non lasciarsi andare.

Così Deodata Melzani ha affrontato il suo lungo cammino nella vita con equilibrio e sobrietà, arrivando all'invidiabile traguardo centenario sempre curata nella persona e nell'abbigliamento, lucidissima nel pensiero e nella memoria. Una ragazza di 102 anni, che sogna ancora di viaggiare e di fare il mestiere più bello del mondo: fare la sarta a Ponte Caffaro. E chissà, aprire un atelier a San Giacomo, dove nacque alla fine della Grande Guerra come dono di Dio, Deodata, appunto.



Nelle foto del Servizio Animazione:
Deodata Melzani festeggiata per i suoi 102 anni;
con il Sindaco di Bagolino Gianzeno Marca, il Presidente della Casa di Riposo Gianlorenzo Richiedei e la Direttrice Edi Moneghini



Aggiungi commento:
Vedi anche
26/09/2020 08:00:00

La Carica dei 101 È passato un anno dal centenario del 2019, e la signora Deodata Melzani di Ponte Caffaro ha varcato la soglia dei 101 anni come se fosse trascorso un giorno anziché i 365 che l'hanno portata, in piena forma, all'invidiabile traguardo

20/09/2019 09:15:00

Arrivarci così! I 100 anni di Deodata È stato festeggiato ieri alla casa di riposo di Bagolino, alla presenza dei parenti e delle autorità, il centenario di Deodata Melzani

11/08/2009 07:24:00

Il secolo di nonna Ida Ida Frapporti ha tagliato il prestigioso traguardo del secolo di vita. Nata il 6 agosto del 1909, la decana di Gavardo ha spento cento candeline giovedì scorso.

05/03/2015 06:39:00

I cento della trisnonna Enrichetta Grande festa per la comunità gavardese e in particolare per la Fondazione “La Memoria”. Proprio oggi infatti, 5 marzo, taglia il prestigioso traguardo del secolo d'età la nonna o meglio la trisnonna Enrichetta Millefanti

02/05/2011 06:00:00

Nonna Agnese al traguardo del secolo Il 2 maggio 1911 nasceva a Treviso Bresciano Agnese Pozzi, che oggi festeggia il traguardo dei cento anni.



Altre da Bagolino
20/09/2021

Grazie per il servizio prestato

Il grazie della parrocchia ai volontari delle associazioni d'arma che hanno prestato servizio di accoglienza dei fedeli per le varie celebrazioni durante la pandemia

15/09/2021

Contratto di fiume

A Ponte Caffaro, fra i quattro sindaci dei Comuni rivieraschi e la Federazione di associazioni ambientaliste presieduta da Gianluca Bordiga, è stato sottoscritto un accordo di intenti che mira alla salvaguardia di lago d'Idro e fiume Chiese

15/09/2021

Cala il livello del lago, a rischio il biotopo

Il grido d’allarme è stato lanciato dagli ambientalisti del lago d’Idro: il livello del lago si è abbassato di oltre un metro nell’ultimo mese e mette a repentaglio la vita del biotopo

30/08/2021

Pienone d'agosto, si spera in settembre

L’acqua d’agosto rinfresca il bosco, si dice. Il detto ha un valore quasi assoluto sul lago d’Idro dove il sole ancora caldo da qualche giorno si accompagna oramai ad una brezza frizzantina...

29/08/2021

Quattro rotonde per Bagolino

Le opere, che hanno comportato un investimento di un milione e 600 mila euro, sono concluse. Presto l'inaugurazione ufficiale. Resta da asfaltare la Variante, ma per quello ci vorrà ancora del tempo

20/08/2021

I New Landscapes a San Rocco in Musica

Il concerto conclusivo della rassegna musicale andata in scena quest’estate a Bagolino vedrà sul palco il quartetto da camera con brani antichi e contemporanei

18/08/2021

Ritorno alla grande dei «Moby Dick»

Una bella serata di musica quella proposta a Bagolino dal gruppo musicale con radici in Val Sabbia e Valle del Chiese

16/08/2021

Letture in riva al lago

È la proposta dell'associazione artistica culturale Eridio di Ponte Caffaro per questo mercoledì per offrire ai vacanzieri alcuni racconti valsabbini

15/08/2021

Molto gettonati i laghetti di Bruffione

Non mancano turisti nemmeno in montagna e a farla da padrona è la "città della montagna" valsabbina per eccellenza con le tante escursioni per gitanti ed esperti camminatori

11/08/2021

Prima vola in bici e poi con l'elicottero

La disavventura è capitata ad una turista tedesca di 42 anni che stava scendendo dal Gaver in bicicletta. E' stata ricoverata piuttosto malconcia all'ospedale di Gavardo