04 Marzo 2021, 07.26
Valsabbia
Lettere

Un contratto per il territorio del fiume Chiese

di red.

Sono passati due mesi dalla decisione assunta dal Consiglio provinciale di adottare per la problematica relativa all’impianto di depurazione del Garda un principio di territorialità...


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un'abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...




Vedi anche
03/12/2020 10:00:00

Tavolo delle associazioni: «Mozione Sarnico, primo passo nella direzione logica.» Anche la Federazione del Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese ed il suo lago d’Idro esprime soddisfazione per la svolta sul depuratore del Garda ma vigilerà perché comunque non vi siano scarichi nel Chiese dal nuovo depuratore gardesano

06/07/2020 11:27:00

Una federazione per la tutela del Chiese e del lago d’Idro Le 17 associazione del “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro” hanno dato vita a una federazione per meglio incidere sulle questioni ambientali del territorio: priorità il no al maxi depuratore a Gavardo e Montichiari

10/06/2019 10:04:00

Gestione acque fra Garda e Valsabbia: i desiderata di Legambiente Il Circolo Legambiente Brescia Est dice la sua sull'ipotesi di realizzare un depuratore del Garda a Gavardo e Montichiari. E non solo

06/11/2019 07:00:00

Assemblea per la salvaguardia del fiume Chiese Il Tavolo delle associazioni ambientaliste fa tappa questo giovedì 7 novembre a Sabbio Chiese per un’assemblea pubblica dedicata alle problematiche ambientali e per dire no al progetto del depuratore del Garda a Gavardo e Montichiari

19/09/2019 15:57:00

In difesa del fiume Chiese In relazione all’assemblea dei sindaci in Ato in programma per domani – 20 settembre – il Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il Lago d’Idro invia a tutti i primi cittadini bresciani una lettera aperta contro il progetto del doppio depuratore del Garda



Altre da Lettere
25/02/2021

«Grazie a tutti»

Primo giorno di vaccinazioni al Palasport di Gavardo. La testimonianza di Federico Baronchelli, che ha accompagnato la mamma di 92 anni

23/02/2021

«Maestri di sci penalizzati»

I Maestri di sci del Maniva scrivono ai dirigenti nazionali e regionali per chiedere chiarimenti alle istituzioni

13/02/2021

«Lasciateci lavorare»

Bar, ristoranti, agriturismo... tutti riuniti per chiedere agli amministratori valligiani, prima che ad altri, di adoperarsi perché i loro locali possano riaprire

11/02/2021

«A Serle gesti e toni preoccupanti»

In merito al manifesto pubblicato dall’amministrazione comunale e dall’attuale maggioranza consiliare dicono la loro gli ex amministratori

07/02/2021

«Digital Era»

«Leggendo l'articolo di Mario Draghi sul Financial Times, mi sono venute spontanee alcune riflessioni». Pubblichiamo volentieri

04/02/2021

«L'avete lasciato solo»

Dopo l'articolo scritto da Marisa Viviani e le spiegazioni pervenute dal Gruppo Alpini di Bagolino, pubblichiamo anche la lettera inviataci da Mariella e Lina Fusi, figlie di Attilio Fusi, Penna nera, reduce bagosso recentemente scomparso

02/02/2021

Uniformità di trattamento per gli Alpini «andati avanti»

In una lettera il capogruppo delle Penne nere di Bagolino chiarisce la posizione del gruppo in merito alle esequie dei soci durante la pandemia

01/02/2021

Eroe umile e silenzioso

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera nella quale l’amico Paolo Tabadorini delinea la figura di Mauro Vivenzi, vestonese, scomparso prematuramente il 30 gennaio

31/01/2021

Ciao caro Valentino

Non posso lasciarti andar via senza esprimerti il mio pensiero. Nel mio cuore ho un bel ricordo di te, del tuo sorriso e della tua ironia

28/01/2021

Sull'opuscolo di fine anno

Oggetto della lettera a firma di Giovanni Scalora, quanto contenuto negli opuscoli redatti a fine anno, in merito alla Fondazione Irene Rubini Falck, dalle compagini amministrative di maggioranza e di minoranza