11 Agosto 2007, 00.00
Treviso Bs
Economia montana

Allevatore zootecnico per passione

In Valle Sabbia esistono esempi incoraggianti di rilancio dell'allevamento. Uno di questi arriva da Treviso Bresciano; da un elettricista che per passione ha scelto di fare l’allevatore.

Il settore primario, quello agricolo-zootecnico, è in crisi nelle aree montane? In generale sì, ma esistono anche esempi incoraggianti di rilancio. Uno di questi arriva da Treviso Bresciano; da un elettricista che per passione ha scelto di fare l’allevatore.

Damiano Massari ha 34 anni, e fino al 2004 faceva appunto l’elettricista: «L’ho fatto per 10 anni, e a fine lavoro tornavo a casa per aiutare mamma Aurora nel gestire la stalla di famiglia, che prima era del nonno e che ha sempre contato una decina di capi». Fin da piccolo il nostro interlocutore ha avuto una forte attrazione per questa attività, ma ci ha messo un po’ per fare la scelta definitiva. «Nel 2004 ho deciso: mi sono licenziato e ho preso in mano la gestione della stalla di mamma».

Oggi l’allevamento di «Remort» conta 24 capi, ed è al centro di continui e costosi ammodernamenti: «Siamo tra i pochi allevatori valsabbini, 2 o 3 in tutto, che hanno lo stallaggio libero, con le vacche libere di girare attorno alla lettiera. Ora sono all’alpeggio in malga a Bagolino, ma da settembre in poi torneranno in questo impianto dotato di pulitura meccanizzata. A me rimane da sistemare, ogni tanto, la lettiera di ogni capo».

Una scelta spinta solo dalla passione, quella di Damiano: «Si inizia in stalla alle 5 del mattino e si prosegue fino alle 8, quando si va al caseificio a lavorare il latte. Poi il lavoro continua per almeno 15 ore, fino alle 9 di sera. In questa attività non ci sono feste. O meglio ci sono, ma non è possibile rispettarle».

Nonostante i costi molto più elevati della montagna, Massari ha costruito una stalla con le sue sole forze finanziarie, e a settembre sarà pronto anche il nuovo caseificio. «Sono tanti i sacrifici aggiuntivi che si devono fare in montagna. Se penso alla mia stalla, io ho pagato 34 mila euro per la struttura di base e altri 25 mila per il muro di contenimento. In pianura avrei affrontato solo la prima spesa».

L’obiettivo di Massari, che è titolare unico dell’azienda agricola e che è socio della «Comunità produttori terra tra i due laghi Garda e Valsabbia», è arrivare a 22 vacche da lattazione più un’altra decina di capi giovani: «Lavoro e trasformo tutto il mio latte in formaggi stagionati (il 40%) e freschi, e la vita che voglio è questa»

Massimo Pasinetti
Da Bresciaoggi


Aggiungi commento:
Vedi anche
01/02/2012 08:00:00

Gabriele Seminario «Allevatore dell’anno» La rivista Informatore Zootecnico ha assegnato il prestigioso riconoscimento per il 2011 all’imprenditore agricolo di Muscoline per le tecnologie innovative del suo allevamento.

01/06/2016 08:23:00

Il progetto c'è, la passione non manca «Aiutateci a realizzare il nostro sogno: far tornare Treviso come era un tempo. Noi ce la stiamo mettendo tutta e ci serve anche il vostro entusiasmo». E' l'appello di un gruppo di ragazzi del piccolo centro valsabbino, che vogliono partire dal... pallone

15/04/2016 07:06:00

La fibra arriva anche a Treviso Appuntamento questa sera a Treviso Bresciano, alle 20 al teatro comunale, con Intred e l'Amministarzione che incontrano la popolazione per illustrare i servizi in fibra ottica per aziende e privati

07/10/2020 09:00:00

Liquami sversati nel Chiese, nei guai un allevatore Le guardie di “Fare Ambiente Brescia” e i successivi controlli della Polizia provinciale e della Locale valsabbina hanno portato alla luce uno sversamento di reflui bovini nel Chiese

21/03/2018 07:04:00

Beccaccia che passione Appuntamento numero due per la XIII edizione del trofeo “Regina del Bosco”. In contemporanea in nove località e la Valle Sabbia fa il pieno: a Bione, Odolo, Paitone, Serle e Treviso Bresciano



Altre da Treviso Bs
04/12/2021

«Perdonali perchè non sanno quello che fanno»

La casa-vacanza per gruppi giovanili, con particolare attenzione ai disabili, che sorge nel pressi del Cavallino della Fobbia, è stata vandalizzata per portar via i rubinetti. Il "perdono" di padre Pippo

(2)
03/12/2021

Si ribalta lungo la Sp 111

Avrebbe fatto tutto da solo l’anziano che scendendo da Treviso Bresciano si è ritrovato con le ruote all’aria dopo un tornante

27/11/2021

A Treviso Bresciano la Virgo Fidelis

La sezione "Valsabbina in Preseglie" dell'Associazione Nazionale Carabinieri festeggia questa domenica la patrona dell'Arma, passando in rassegna l'impegno civico in tempo di Covid

17/10/2021

Bimbo di 9 anni rischia di perdere due dita

Eliambulanza in azione ieri a Vestone. L’incidente sarebbe avvenuto mentre il piccolo aiutava il padre con la legna

11/08/2021

Cinque tappe per il Cammino dell'Eridio

L’hanno chiamata “Alta via dei Forti” e in questo periodo individua una serie di percorsi fra i più gettonati dagli amanti del trekking attorno al lago d’Idro

16/06/2021

Itinerari sui percorsi della storia

Stanno riscontrando interesse le pubblicazioni dedicate ai paesi del lago d’Idro dedicati alle opere di difesa che circondano l’Eridio. E c’è pure un concorso

05/06/2021

Vaccinazioni per over 60

Accesso libero senza prenotazione ai Centri vaccinali per questo e il prossimo fine settimana per i residenti nei piccoli comuni: otto quelli valsabbini e sette i gardesani

27/05/2021

Vax Day per gli over 60 ancora da vaccinare

Anche 8 Comuni valsabbini sono inseriti nella lista dei 28 Comuni Bresciani con libero accesso ai Centri vaccinali per gli ultrasessantenni per due fine settimana di giugno

27/05/2021

Prime uscite al Forte di Valledrane

È iniziata con due escursioni fino al forte di Treviso Bresciano la nuova stagione dei due gruppi, base e avanzato, dell’Alpinismo Giovanile del Cai di Vestone

16/04/2021

Piccoli comuni di montagna, fonti di attività e telemedicina

Anche quattro Comuni Valsabbini possono usufruire dei fondi ministeriali per piccole attività economiche, commercio di vicinato e telemedicina attraverso un bando realizzato in collaborazione con Comuni della Valcamonica e Federfarma Brescia