05 Ottobre 2021, 09.47
Val del Chiese Storo
Eventi

Al Festival vincono volontariato e solidarietà

di Gianpaolo Capelli

Proprio così. Onore e merito a tutti i polenter e alle polente presentate al tradizionale Festival di Storo. E un premio speciale va all'organizzazione perfetta di questa sesta edizione 2021


Immane lo sforzo organizzativo della Pro Loco guidata ora da Luca Comai e di tutti i volontari, oltre trecento, che con la loro dedizione hanno permesso lo svolgimento della manifestazione in modo perfetto e regolare.

Sostegno incondizionato del presidente di Agri 90, Vigilio Giovanelli e del Comune di Storo con il sindaco Nicola Zontini.

Vigilio Giovanelli nella giornata di sabato 2 ottobre per Agri 90 ha organizzato il convegno:”La tripice alleanza; Agricoltura, Turismo, Ambiente.

Per la sesta edizione del festival della polenta erano 1400 i biglietti a disposizione, 1150 venduti con le prevendite 250 all'apertura della manifestazione, per entrare bisognava dare il nominativo e rispettare quello che le norme ora impongono.

Sui tavoli approntati per l'occasione era segnato il numero dei partecipanti e lungo le contrade storesi del centro, tutti venivano serviti al tavolo assegnato, con vassoi su cui erano disposte le polente in concorso.

I camerieri e le cameriere, “i barelieri”, su grandi tavoli portatili disponevano i vassoi di degustazione e prendendo gli stessi nelle quattro impugnature, via a correre verso i commensali.
Verso le quindici,  poco prima delle premiazioni, gli ospiti presenti erano tutti serviti.

Nelle contrade a rallegrare i partecipanti erano presenti tanti complessi locali, tutti molto bravi e preparati, la voglia di suonare in pubblico dopo tanti mesi di clausura musicale era tanta.

La diretta televisiva in streaming, che la Pro Loco di Storo ha messo a disposizione attraverso Cedis Tv, con la regia di Paolo Capelli Videotecnica di Condino, ha permesso di vedere lo svolgersi della manifestazione anche a chi non ha potuto partecipare. Oltre sette ore di diretta.

Alle 10 del mattino, dopo una pioggia che preoccupava gli organizzatori, apertura degli ingressi.
Alle 11 sono saliti sul palco allestito davanti al municipio di Storo le autorità locali e presenti molte di quelle provinciali e regionali, con gli esperti della giuria di qualità per il giudizio tecnico sulla bontà delle polente.

A guidarli lo chef di cucina pluristellato Alfio Ghezzi, e l'esperto di gastronomia e vini, il giornalista Giuseppe Casagrande che scrive su molti giornali e riviste del settore a livello nazionale e non solo.

Tutti hanno rimarcato il coraggio che gli organizzatori hanno avuto nel preparare e coordinare questa sesta edizione del festival della polenta 2021.
La presentazione e il coordinamento degli interventi è stata curata dal giornalista e presentatore televisivo Walter Nicoletti di Trento.

Tante le interviste rilasciate a Cedis Tv
durante la giornata, tutte importanti.
Quelle del Vicepresidente della Provincia di Trento Mario Tonina, del giornalista Giuseppe Casagrande, di Arrigo Pisoni che nelle sua saggezza ultra ottuagenaria ha invitato a proseguire sulla strada della cooperazione trentina a tutti i livelli, sempre seguendo gli insegnamenti di don Guetti.

Le interviste più importanti sono state quelle nelle postazioni dei polenter, raccolte nel momento della distribuzione delle loro grandi polente”trisade”, mescolate per ore in grandi paioli con forza e vigore.

Tutti si sono prestati a raccontare le ricette che stavano preparando.
Sette le polente da degustare. Tre le polente “carbonere”, quella dei Polenter di Storo, quella del gruppo Alpini di Condino, e quella del gruppo di Praso guidati da Nello Lolli.
La polenta “Cucia” del gruppo Culrurale di Strada,” la polenta e rape” della Pro Loco di Bondo.
Novità al festival della polenta 2021, la polenta” enfumegada” del gruppo polenter di Stenico e San Lorenzo in Banale.

Nella sua ricetta originale oltre la rinomata “Ciuiga”, presente anche un tubero una patata “El tapinambul” che dona alla polenta un sapore particolare.
Altra novità la “Polenta Grestana”, preparata dal gruppo polenter San Giovanni al Monte di Arco con la cooperazione dei  polenter della val di Gresta.

Una preparazione a base delle tante verdure prodotte biologicamente nell'orto biologico del Trentino,  la zona della Val di Gresta, che sui suoi ampi terrazzamenti a secco e nei campi verso Bordale produce ortaggi speciali.

Il segreto, come spiegava lo chef Valentino Morandi, sta nella pre cottura dei vari ortaggi, che avendo durezza e consistenza diversa, prima di essere spadellati per poi essere immersi nella polenta, devono avere la stessa morbidezza.

Verso le 16 vengono premiati gli spaventapasseri presenti per le strade di Storo.
Primo premio con 110 voti va alla casa di riposo Rosa dei Venti di Condino. Il titolo della loro composizione, è attualissimo “Green Spav”.

Ritira il premio un'emozionata Denise Bertoni, già abituata a vincere tanti primi premi per la stessa casa di riposo, nelle scorse edizioni.
Segue la premiazione delle polente, con il giudizio della giuria tecnica tenendo conto di quanto votato dalla giuria popolare, che dopo le degustazioni potevano esprimere il loro giudizio.

Lo chef Alfio Ghezzi, spiegando che la giuria aveva tenuto nella loro votazione principalmente del gusto, della amalgama degli ingredienti,  della mescolatura della polenta, della mantecatura,  definisce tutte le polente buonissime.

In conclusione Alfio Ghezzi, ha spiegato che i 25 membri della giuria tecnica hanno dato importanza alle polente in cui gli ingredienti nell'impasto si affinano meglio di altri, esaltandone il sapore.

Il giudizio è stato unanime tenendo conto degli oltre 900 voti della giuria popolare.
Terzo posto va alla polenta “Enfumegada” dei polenter di Stenico e San Lorenzo in Banale.
Ritorna sul palco, dopo altre precedenti premiazioni, la polenta” carbonera” del gruppo Alpini di Condino. Secondo posto.

Un commosso Elvino Butterini dedica la vittoria al ricordo dello scomparso amico Gualdi Livio, deceduto in pochi giorni causa covid, che pur non essendo alpino era sempre pronto a dare una mano agli amici alpini di Condino.

Primo posto va alla “Polenta e rape” di Bondo, giudizio unanime della giuria tecnica e di quella popolare. Bravi!
Fotografie per l'occasione di rito con l'assessore al turismo Roberto Failoni di Pinzolo e del presidente del Consorzio Turistico Valle del Chiese Massimo Valenti.

Le sculture in legno consegnate ai vincitori per il primo e secondo premio sono dell'artista locale Mario Brugnoni, di cui recentemente presso la nuova sede dell'ambulanza di Storo è stato posta la sua opera in legno e granito dal titolo “Cuore e solidarietà”.

Ringraziamenti a tutti i corpi di volontariato presenti: ai volontari dell'ambulanza, dei pompieri. Presenti ad aiutare anche alcuni membri dell'”Associazione Culturale Lebrac Lanzi Lodron” nei loro caratteristici costumi, guidati dal presidente Manuel Fasoli.

Grazie indistintamente a tutti quelli che hanno dato i loro aiuto.
Servizio d'ordine ineccepibile della polizia municipale locale.

Arrivederci al 2022... speriamo!     

Nelle foto:
- Apertura festival: presenti autorità locali e provinciali
- Presentazione dei sette gruppi di polenter
- Storo, alcuni membri dell'associazione culturale Lebrac Lanzi Lodron
- Denise Bertoni, a nome della casa di riposo "Rosa dei venti" di Condino, ritira il primo premio Passeri, consegnato dal presidente del Bim Cortella. Presenti l'assessore al Turismo Roberto Failoni, il sindaco di Storo Nicola Zontini,il presidente di Agri 90 Vigilio Giovanelli



Aggiungi commento:
Vedi anche
04/10/2021 09:57:00

Primi i Polenter di Condino e Bondo La sesta edizione del Festival della Polenta di Storo li ha visti vincitori rispettivamente per le giurie popolare e tecnica

05/10/2017 13:12:00

A Storo è tempo di festival della polenta Torna questa domenica, 8 ottobre, a Storo la tradizionale sfida all’ultimo colpo di trisa tra i gruppi di “polenter”. Nove le polente in gara

20/03/2017 09:02:00

Disfida fra polente Una simpatica iniziativa quella organizzata per sabato 1 aprile nella sede degli Alpini di Roè Volciano per raccogliere fondi per le popolazioni terremotate del Centro Italia

01/02/2018 10:30:00

«Ti racconto la mia guerra...» E' in programma per questo sabato, 3 febbraio, presso la sede del Gruppo Alpini di Condino la proiezione e il commento del DVD sui diari di guerra dei soldati di Storo e dintorni

10/10/2016 09:53:00

La migliore è la Carbonera di Condino Nemmeno il tempo uggioso, con la leggera pioggia che a tratti è caduta su Storo, ha limitato il grande successo di pubblico al secondo Festival della Polenta della valle del Chiese



Altre da Val del Chiese
03/12/2021

Carabinieri in festa per la Virgo Fidelis

Alla celebrazione per la Patrona dell'Arma, a Daone, erano presenti quasi tutti gli associati

02/12/2021

Ritorna con entusiasmo la festa della Virgo Fidelis

Dopo l’annullamento dello scorso anno a causa della pandemia, grande partecipazione quest’anno alla festa della patrona dell’Arma a Daone

01/12/2021

«Insieme Noi for Christmas»

La Cassa Rurale presenta il bilancio sociale ai soci. Cinque incontri in cui verranno presentate le iniziative promosse dall'Istituto a favore di associazioni, soci, famiglie, giovani e imprese

01/12/2021

Riaperta la statale 237 del Caffaro

In anticipo rispetto alle previsioni è stata riaperta la statale 237 del Caffaro, che era stata chiusa nel tratto tra Ponte dei Servi e la galleria Balandin per consentire la bonifica della parete rocciosa

01/12/2021

Scuola outdoor, un'esperienza innovativa

Tra alberi, amache e “learning by doing” in gruppo, l'innovazione introdotta nel distretto scolastico del Chiese

29/11/2021

Settaurense contro Bassa Anaunia in pareggio

La scorsa domenica al Grilli di Storo la Settaurense si è fatta raggiungere al 91° da un gol di Dalfovo. E' finita uno a uno

28/11/2021

Statale del Caffaro (lato trentino) chiusa sino il 29

Demolita la parete rocciosa per allargare la carreggiata nel comune di Comano Terme. I lavori proseguono fino a lunedì

28/11/2021

Cervo colpito, auto ammaccata

Ennesimo animale selvatico abbattuto da un’auto mentre attraversava la strada in orario notturno. Un attimo di paura per il conducente della vettura

27/11/2021

L'ultimo saluto a Silvano Ghezzi

Fino a due anni fa referente presso l'area ecologica di Via Roversella di Storo. Questo sabato pomeriggio i funerali

26/11/2021

25 anni di musica per il Coro Valchiese

Questo sabato, 27 novembre, la corale inaugura le sue uscite natalizie con un'esibizione all'Auditorium di Condino