2 Giugno di festa con le associazioni
di Cesare Fumana

Un corteo con più di 300 persone, fanfara dei Berseglieri, voli panoramici in elicottero e lanci di paracadutisti per una Festa della Repubblica coinvolgente e in grande stile quella andata in scena a Vallio Terme



Una Festa della Repubblica in grande stile quella andata in scena il 2 giugno a Vallio Terme. Una festa della comunità che ha viste coinvolte tutte le associazioni del paese, come capita raramente.
Ad organizzarla i rappresentanti valliesi della sezione Bersaglieri di Gavardo e del gruppo Paracadutisti di Salò, capaci di coinvolgere nell’organizzazione tutti i sodalizi valliesi.

Di grande effetto la sfilata che ha preso il via dopo l’alzabandiera di fronte al municipio e che ha attraversato il centro del paese termale valsabbino fino al monumento ai Caduti, dove è stata deposta una corona d’alloro.

Più di 300 le persone che hanno preso parte al corteo, aperto dalla Fanfara dei Berseglieri “Piume del Garda”, con in testa il gonfalone del Comune scortato dal sindaco Floriano Massardi, alla sua prima uscita ufficiale in fascia tricolore. A seguire i vessilli e gagliardetti delle diverse associazioni e di seguito le rappresentanze nelle loro varie divise dei tanti gruppi valliesi: Fanti, Carabinieri, Marinai, Bersaglieri, Alpini, un gruppo di cadetti,Comitato La piazza dei bambini, Teenager Time, coro La Valle, gruppo della Stella, Gruppo Sportivo, Corpo Bandistico, gruppo motociclisti Tre Giache Team, Pro loco, Protezione civile e antincendio boschivo, il gruppo cinofilo di Visano, a chiudere il marziale gruppo dei Paracadutisti.

Anche il parroco don Angelo nella messa ha voluto sottolineare il valore dell’unione e dell’amicizia così ben rappresentata in questa manifestazione dedicata alla nascita della nostra Repubblica.

La festa è poi proseguita al campo sportivo dove il Gruppo sportivo e gli Alpini hanno preparato il pranzo.
Nel pomeriggio l’attenzione è stata calamitata sull’elicottero che ha permesso a molti un volo panoramico sulla valle, consentendo di spaziare con la vista dall’alto fino al lago di Garda. Suggestivo anche il lancio dei paracadutisti, uno dei quali portava una bandiera con la scritta “Simone e Alessio”, i due piccoli gemellini della famiglia Quaini, Simone morto quando aveva poco più di due anni, Alessio nell’aprile scorso, lasciando un immenso dolore nei loro familiari e nei tanti amici.

La giornata di festa è poi proseguita fino a tarda sera fra l’esibizione della fanfara dei Bersaglieri e i canti. Il ricavato della manifestazione andrà alla scuola materna valliese. Vista la buona riuscita, si pensa già di riproporla anche il prossimo anno.

Nelle foto di Diego Ferrari alcuni momenti della manifestazione
140603Vallio2GiugnoBersaglieri1.jpg 140603Vallio2GiugnoBersaglieri1.jpg 140603Vallio2GiugnoBersaglieri1.jpg 140603Vallio2GiugnoBersaglieri1.jpg