24 Luglio 2021, 08.39
Gavardo Garda Provincia
Lettere

Depuratore del Garda, è questa la Transizione Ecologica?

di Marisa Viviani

L'Era della Transizione Ecologica nasce in perfetto stile Made in Italy, sotto forma di due grandiosi depuratori delle fognature del Garda, contrariamente al volere dei territori destinati


"La Transizione Ecologica deve partire dalle persone. L'obiettivo è quello di realizzare un processo di cambiamento, un rilancio dell'economia e dei settori produttivi all'interno di un quadro delineato e ben definito che metta al centro la tutela e il rispetto dell'ambiente." (1)

È su queste pietre miliari del nuovo approccio metodologico della politica italiana, che decolla a volo radente, basso rasoterra, starnazzando ma pur sempre prendendo il volo, la nuova Era della Transizione Ecologica, " (..) quella che deve partire dalle persone, perché le persone, i consumatori sono quelli che effettuano richieste ed acquisti." (2)

E il battesimo dell'aria per il volo pindarico della nuova era è stato inaspettatamente (?) assegnato alla nostra Vallesabbia, al campovolo di Gavardo, che con quello di Montichiari condivide l'onore di far dispiegare le ali ad una Transizione Ecologica in perfetto stile Made in Italy, sotto forma di due grandiosi depuratori delle fognature del Garda, contrariamente al volere dei territori destinati.

Resiste così agli attacchi dei tempi che mutano il tipico stile italico nella gestione della cosa pubblica, che a vari livelli istituzionali si è da sempre caratterizzata per un disprezzo più o meno esplicito nei confronti dei legittimi destinatari delle decisioni politiche adottate, i cittadini italiani, e delle conseguenti ricadute economiche, sociali, culturali, ambientali sugli stessi.

La vicenda del depuratore del Garda è nota da tempo, e la sua costruzione è stata decisa fin dall'origine al di fuori dei territori interessati; l'ultima pantomima commissariale è emblematica di una volontà politica che, mi si permetta l'espressione accademica, se ne fotte delle persone e dei territori.

La forte opposizione, che le amministrazioni comunali e le associazioni che si sono battute per anni in difesa del fiume Chiese intendono attuare, sarà quindi molto impegnativa, per arginare l'arroganza di un potere politico che più che alla transizione è fedele alla tradizione, la sua, la quale può includere al massimo un gattopardesco cambiamento: quello di (apparentemente) cambiare tutto per non cambiare niente.

Marisa Viviani

(1) (economiacircolare.com)

(2) (sistemieconsulenze.it)


Aggiungi commento:
Vedi anche
06/07/2021 09:41:00

Depuratore, interpellanza ai ministri Il deputato 5 Stelle Alberto Zolezzi scrive ai ministri della Transizione ecologica e dell’Interno chiedendo serietà, indipendenza e assenza di ingerenze nella gestione della questione depuratore del Garda

07/07/2021 12:00:00

Petizione contro il commissariamento L’ha lanciata il Comitato referendario Acqua Pubblica Brescia rivolta al Ministro alla Transizione Ecologica Roberto Cingolani e ad altre istituzioni

24/04/2021 10:25:00

Quattro tavoli di confronto per il depuratore Acque Bresciane ha reso noto chi parteciperà ai quattro tavoli di confronto per la scelta dove collocare il depuratore del Garda: Gavardo-Montichiari o Lonato?

13/07/2020 09:38:00

Camminata ecologica per il Chiese Anche dalla Valle Sabbia hanno preso parte alla Camminata ecologica Asolana, per tenere alta l’attenzione sull’ecosistema del fiume Chiese e contrastare il progetto del doppio depuratore

11/12/2018 08:00:00

Quale depuratore per il Garda? Giovedì 13 dicembre a Gavardo un incontro con tecnici e politici sul progetto del depuratore del lago di Garda promosso dal comitato ambientalista Gaia



Altre da Provincia
17/09/2021

Depositata l'interpellanza al ministro Cingolani

Al centro i costi dell'opera e le sue conseguenze sul fiume Chiese. Nel frattempo il presidio al Broletto prosegue, e questa domenica si terrà un'assemblea pubblica dei volontari

17/09/2021

Uno sportello anti violenza anche in Valle Sabbia

E’ stato inaugurato a Sabbio Chiese, la cui comunità è in lutto per la scomparsa di Giusi, uccisa dal marito mentre usciva di casa. Sarà un aiuto concreto per le donne vittime di violenza, anche nella prevenzione

13/09/2021

Il fronte del Chiese prepara il ricorso

Nel frattempo i comuni di Gavardo, Prevalle, Muscoline e Montichiari predispongono il ricorso contro la nomina del Commissario straordinario. Obiettivo ottenere a breve una sentenza di sospensiva

13/09/2021

Il caso del depuratore approda a Bruxelles

Sollevata dall’europarlamentare dei Verdi Eleonora Evi, la questione della realizzazione del doppio depuratore a Gavardo e Montichiari è giunta in Commissione Europea

12/09/2021

In duemila in piazza contro il depuratore

Una protesta stanziale, ma solidale e piena di vita quella di ieri pomeriggio in città. Striscioni, canti e slogan per difendere il Chiese dal “deturpatore”. E il Presidio non si ferma

12/09/2021

«Qui nessuno ce lo Chiese»

Il titolo della canzone di Luca Rassu ben si addice a riassumere le posizioni espresse dai partecipanti alla protesta contro il depuratore. Il territorio continua a sentirsi escluso da una decisione che lo riguarda così da vicino

11/09/2021

Export per la prima volta sopra i 5 miliardi

A Brescia nel secondo trimestre del 2021 esportazioni in rialzo anche rispetto al pre-Covid

11/09/2021

Sostegno al Presidio anche dai gruppi di acquisto solidale

Anche la rete dei G.A.S. bresciani si unisce alla protesta delle associazioni contro il depuratore del Garda sul Chiese. Oggi, sabato, in piazza Duomo la manifestazione pubblica

10/09/2021

10 mln di euro per le scuole dell'infanzia autonome

Da Regione Lombardia un bando per le spese di gestione ordinaria e di sostegno didattico agli alunni disabili

09/09/2021

Lavoro in somministrazione, importante incremento nel secontro trimestre

Secondo i dati forniti dalle Agenzie per il Lavoro, la domanda di lavoratori in somministrazione nel bresciano mostra un deciso e inedito incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al +106%.