23 Aprile 2020, 07.00
Muscoline
Emergenza Coronavirus

Muscoline, vicinanza, vigilanza e informazione

di Cesare Fumana

Un forte impegno nella comunicazione ai cittadini e nel fornire servizi a domicilio: questo è stato l’approccio messo in campo dall’Amministrazione comunale di Muscoline per affrontare l’emergenza Coronavirus


«Nell’arco di questi mesi di emergenza il nostro impegno è stato quello di essere presenti e vicini ai nostri concittadini, venendo incontro alle loro necessità, ma anche facendo in modo che le persone rimanessero nelle loro case il più possibile».

Presenta così il sindaco di Muscoline, Sandro Benedetti, le iniziative e l’approccio all’emergenza Coronavirus messo in campo dalla sua Amministrazione comunale.

«Devo dire che i miei concittadini hanno dimostrato un elevato senso civico – precisa il primo cittadino –, ma siamo stati anche inflessibili nel far rispettare le norme sul distanziamento, attraverso i controlli della nostra Polizia locale e delle altre forze dell’ordine».

«Il nostro paese – prosegue il sindaco – è strutturato come piccoli agglomerati di case nelle frazioni e ci si conosce quasi tutti, per questo è stato facile anche intrattenere i contatti con le persone».

Uno dei primi obiettivi è stato quello di informare i cittadini direttamente dal Comune; di grande utilità si sono dimostrati i diversi strumenti online oggi a disposizione e diffusi capillarmente: il sito istituzionale, la pagina Facebook Comune di Muscoline, un gruppo Whatsapp in modalità broadcast (sul num. 331.3729398), le videoconferenze con Zoom.

Sin da subito è stato anche attivato un numero di telefono (380.6477339) dedicato per tutte le necessità nel periodo di emergenza.

«Nel nostro paese – riferisce Benedetti – non è presente un gruppo di Protezione civile; per questo abbiamo da subito attivato un gruppo di volontari, al quale hanno aderito 26 persone e, fra questi, i 10 consiglieri della maggioranza. Attraverso queste persone siamo riusciti ad attivare alcuni servizi a domicilio per chi non aveva la possibilità di muoversi, ma anche per gli altri cittadini in modo da evitare gli spostamenti».

Grazie a loro si è potuto mettere in campo anche un servizio di raccolta di rifiuti a domicilio e del verde e consegnare le mascherine a tutti i concittadini, reperite anche attraverso delle donazioni di associazioni e aziende locali. Ce ne sono ancora disponibili a richiesta.

«Per quanto riguarda il sostegno economico alle famiglie abbiamo ricevuto 14.000 euro dalla Protezione civile e li abbiamo spalmati su 8 settimane, con 1.800 euro a settimana.
Abbiamo visto che il budget è sufficiente per soddisfare le richieste pervenute; per mantenere la riservatezza abbiamo pensato di dare il buono alimentare attraverso un bonifico bancario».

Ci sono state anche iniziative spontanee di raccolta viveri, come la collocazione di un cesto presso il monumento ai Caduti, dove era stato messo il cartello “Chi può metta, chi non può prenda”.
«Anche in questo caso, per mantenere la riservatezza, ci siamo accordati con la Caritas di collocarlo appena all’interno della porta laterale della chiesa parrocchiale.
Sempre in accordo con la Caritas parrocchiale abbiamo anche fornito dei pacchi alimentari ad alcune persone».

Anche la comunità di Muscoline si è attivata per iniziative di raccolta fondi per gli ospedali del territorio.
«Devo dire che c’è stata anche una grande attenzione da parte delle associazioni, come ad esempio i cacciatori, la Coldiretti e altre, anche per iniziative di raccolta fondi per gli ospedali di Gavardo. Inoltre, con il gruppo Cacciatori ancora nelle prime settimane, avevamo fatto un intervento di sanificazione delle strade che è servito anche per tranquillizzare la popolazione».

Sulla pagina Facebook del Comune sono state pubblicate diverse iniziative e fra le ultime un corso on-line dedicato agli strumenti informatici e un’iniziativa della biblioteca rivolta ai bambini con la lettura di libri per ragazzi.

Sempre sulla pagina Facebook domenica il sindaco Sandro Benedetti ha pubblicato una bella riflessione che ben sintetizza come è stato vissuto questo periodo: «Gli insegnamenti, le preoccupazioni, i pensieri e le emozioni che in ciascuno di noi ha generato questa esperienza, rimarranno indelebili. Per questo già da ora, prima di riconquistare la libertà della quale siamo stati privati, sì, perché quella è la più grande rinuncia che abbiamo dovuto sopportare, invito tutti a riflettere ed a trarre da questa vicenda i migliori insegnamenti».

Ed infine: «L’assistenza sociale gestita dal pubblico, del resto, è ora trasformata nel mutuo aiuto, nella vicinanza con i propri vicini;
- utile lavorare da casa: lo smart working tanto decantato da decenni, solo ora ha ritrovato la sua essenza dando così modo ai genitori di gestire i propri figli;
- bello riscoprire che, anche senza andare lontano, viviamo in un paese incantevole e con poco lo potremmo rendere migliore;
- fondamentale ripartire dai nostri giovani e meno giovani che, in questo periodo di emergenza, in un paese sprovvisto di un gruppo di protezione civile, hanno immediatamente aderito e prestato la loro opera in dono agli altri.
Quindi da questi pochi spunti credo che la nostra comunità possa ripartire ritrovando una rinnovata e migliore quotidianità».


Vedi anche
13/03/2020 08:00:00

Muscoline pronta a fronteggiare l'emergenza Dal 10 marzo è attivo anche a Muscoline il Centro Operativo Comunale, con servizi studiati per aiutare le fasce più svantaggiate della popolazione ad affrontare questo periodo di emergenza coronavirus

19/07/2020 07:00:00

Mura, piccolo paese grande apprensione L'amministrazione comunale con il sostegno del volontariato ha gestito con attenzione la fase dell'emergenza. Ora preoccupa la situazione economica per alcune famiglie

19/07/2020 09:00:00

Lavenone, buoni lavoro per le famiglie Superata l'emergenza sanitaria ora gli strumenti di sanificazione degli ambienti vengono impiegati per la Rocca d'Anfo. Per il sostegno delle famiglie un apposito bando per buoni lavoro

18/07/2020 08:00:00

Preseglie, timori per la lenta ripresa L'emergenza coronavirus nel Comune della Conca d'Oro è stata superata anche grazie alla rete di volontariato e delle famiglie, ora preoccupa la situazione economica

20/07/2020 07:27:00

Sabbio Chiese, dove il Covid-19 ha colpito duro È fra i paesi valsabbini più colpiti dalla pandemia: importante la risposta dell’Amministrazione comunale e del volontariato: 120 le famiglie aiutate. Ora preoccupa la situazione economica generale



Altre da Muscoline
31/03/2021

Interventi contro il dissesto idrogeologico

Anche il comune di Muscoline è beneficiario di alcuni fondi statali che serviranno per la messa in sicurezza delle frazioni più colpite dai nubifragi estivi, sempre più frequenti

30/03/2021

Riprogrammate le prenotazioni all'hub di Gavardo anche per gli altri Comuni

Dopo le pressioni dei sindaci e grazie alla collaborazione istituzionale anche per i gli over 80 di Vallio Terme, Prevalle, Muscoline e Villanuova sul Clisi le prenotazioni per le vaccinazioni anticovid presso altri centri vaccinali saranno tutte riprogrammate presso il centro valsabbino

14/03/2021

L'Unità pastorale si allarga

Da quattro a otto parrocchie anche se la pandemia ha rallentato il cammino unitario e i sacerdoti chiedono un maggior coinvolgimento dei laici nella gestione delle parrocchie

12/03/2021

«Animali vivi e mordaci»

Così c’era scritto su una scatola di cartone ritrovata a Logavina di Muscoline. La sorpresa all’arrivo degli agenti della Locale che, con un poco di inizale apprensione, hanno poi risolto la questione

06/03/2021

2020, bilancio di un anno particolare

L’emergenza Covid- 19 ha impegnato in modo particolare gli agenti del comando di Polizia locale di Muscoline e Calvagese, ma è proseguito come sempre il controllo del territorio

01/03/2021

Dissesto idrogeologico, a Gavardo il finanziamento maggiore

Dei fondi stanziati dal Ministero dell'Interno nel Bresciano per la messa in sicurezza del territorio un grande contributo è arrivato anche in Valle Sabbia, in particolare a Gavardo, che si è visto finanziare quattro progetti

20/02/2021

Adesione online al vaccino, se non ci riesci ti aiuta il Comune

Il sindaco di Muscoline Giovanni Alessandro Benedetti offre assistenza agli ultraottantenni in difficoltà nell'aderire al vaccino anti Covid-19 tramite la procedura online richiesta da Regione Lombardia

06/02/2021

Regimazione idraulica contro gli allagamenti

Moniga del Bosco, frazione di Muscoline, sarà a breve interessata da un intervento che metterà un freno ai frequenti allagamenti della zona a seguito dei temporali

29/01/2021

«In solidarietà a ristoratori e albergatori»

Uno striscione di protesta per invitare il governo a un intervento a favore delle categorie più colpite dalla pandemia quello esposto alla Ecoproject di Muscoline che ha trovato l’appoggio di Fratelli d’Italia

21/01/2021

Nasce il gruppo di Protezione Civile

L’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia ha evidenziato la necessità di organizzare l’attività di volontariato. Così ora è nato il nuovo sodalizio sotto l’egida degli Alpini