18 Settembre 2010, 10.00
O
Pensieri

Sublimazioni

di Itu

«E’ imbarazzante trovarsi di fronte alla sublimazione perché smaschera la creatività e le dà un impulso che accomuna i cuori.»


Sublime è un termine che non trova confronto, si definisce automaticamente e gioca la carta dei sensi portati verso la spiritualità: penso a quando ci si riferisce alla consistenza di una crema, ad un accordo vibrante in musica, alla scia di un colore che attraversa una tela, ad un passo di danza che trasfigura il corpo.
E’ imbarazzante trovarsi di fronte alla sublimazione perché smaschera la creatività e le dà un impulso che accomuna i cuori.
Così succede che sublimare i nostri più bassi istinti costa il viaggio nella coscienza, nello studio, nella ricerca ed anche nel confronto con il prossimo.
 
Costa fatica. Chi è diventato medico ad un certo momento del suo percorso sa che deve attraversare la voglia di sbranare la carne che si trova davanti, chi il meccanico probabilmente ha distrutto nella sua infanzia chissà quante automobiline, chi insegnante la voglia di superare e mortificare i suoi vecchi insegnanti.
Anni di studio non sempre lavano questa colpa, allora si riconosce chi per sciatteria porta avanti la professione diventandone burattino.
 
Ma i più sono quelli che ogni giorno si alzano per dare al meglio la propria presenza.
Sono quelli che conoscono lo sporco dell’arroganza, che cercano leggerezza e si danno tempo per capire, che si sono impegnati nello studio non per arrivare a mete particolari, ma per dare senso comune ai progetti di vita.
 
Finchè non autorizziamo le nostre parti adulte alla sublimazione sarà difficile il confronto con altre culture, con altre ottiche e prospettive rispetto ai toni attuali usati. 
Intendo soprattutto i partiti che trattengono gli schemi di personalità piccole, che si definiscono infantili nell’esprimere la rabbia egocentrica di chi non ha il panorama dato dalle conoscenze e dall’umiltà nel chiarirle.


 


Commenti:
ID3878 - 18/09/2010 15:45:00 - (davidebond) - ....

Le posso chiedere di chiarificare meglio il suo pensiero? Sinceramente, non sono riuscito ad afferrarlo. Probabilmente, manco dei prerequisiti necessari. La sublimazione in senso psicoanalitico spero di conoscerla. Cosa intende dire con 'smaschera la creativita'? In cosa consiste la smascherazione? Quello che mi sembra evincere è che certe persone sublimano la loro libido, altre no e che si rivela necessario sublimare le richieste dell'Es per migliorare i nostri rapporti umani. E' questo che intende dire? Se è così sono d'accordo, ma con una clausola, un Super-Io troppo forte genera sintomi patologici. E' lo stesso Freud nel 1908 a constatare un aumento delle malattie psichiatriche in corrispondenza dell'evoluzione sociale. Non a caso, la scuola psicoanalitica considerava un evento tragico, inizialmente, l'entrata in società. Dopo si è considerata che senza una moderata sublimazione non esisterebbero

ID3879 - 18/09/2010 15:51:00 - (davidebond) - fine

arte e cultura in genere. Inoltre, la sublimazione viene spesso imposta e non cercata. Un eccesso di sublimazione implica castrazione, mancanza di qualità, la gabbia d'acciaio max-weberiana. Io, invece, sono propenso a riconoscere le proprie spinte che lei definisce 'istintuali' come marchio indelebile della propria singolarità o alterità. Questa caccia alla streghe verso la qualità, le spinte più naturali, a portate ad eliminare anche la 'ragione' come un mito non oggettivabile. Così, la natura, libera da qualsiasi costrizione, ha mostrato tutto il suo aspetto perverso. Inoltre, l'inconscio non è tutto ciò che non è conscio, ma è un tutto strutturato. L'inconscio era noto presso i filosofi da tempo, Freud gli diede una grammatica, una struttura. Ma come ho scritto in apertura, non ho ben capito il ragionamento.

ID3884 - 18/09/2010 20:35:00 - (valdo) - Sublimazione e creativita'

Le due parole, sublimare e smascherare, hanno anche il significato di elevare e svelare. Viviamo una stagione al ribasso, sia dal punto di vista politico che culturale. Chi scrive sotto lo pseudonimo di "Itu", anche nell'articolo sull'olfatto (uno dei sensi piu' raffinati) ci porta a pensare ed agire in modo piu'elevato. Svelare e dare sfogo alla creativita' e' un antidoto al pensiero unico.

ID3905 - 20/09/2010 09:09:00 - (Ricard53) - Esiste un pensiero unico?

Scusa Valdo ma non me ne ero accorto. Vedo invece un baillame di pensieri. Di tutto e di più.

ID3917 - 20/09/2010 13:00:06 - (valdo) - Il pensiero unico esiste

Mi scuso anch'io Ricard 53, ma il pensiero unico esiste e tu non hai fatto fatica a passare da"unico a unico". Noi cerchiamo di resistere, ma non e' detto che ci riusciamo.

ID3923 - 20/09/2010 15:37:41 - (Ricard53) - E' una tua opinione.

Non mi conosci, non giudicare! Non sono entrato in personalismi, pertanto evita riferimenti precisi che non siano oggettivi. Abbracciare una causa non significa avere un'unica linea di pensiero, bensì fare una scelta che in "quel" momento ritiene più giusta. Fortunatamente sembra non siano rimaste prigioni ideologiche, assoluti in cui rimanere ingabbiati anche dalle proprie convinzioni. Allora usciamo un po' dagli schemi, a te posso solo dire: attento a non resistere troppo a te stesso.

ID3934 - 20/09/2010 20:47:00 - (valdo) - Senso comune e mancanza di pubblica opinione.

Non avevo alcuna intenzione di offenderti e tanto meno di giudicare. Non ti conosco, ma da quanto scrivi si puo' pensare che sei stato comunista ed ora sei della lega, due posizioni rispettabilissime. Con il pluralismo delle idee e il rispetto del diverso, entrambe le ideologie (non Ricard53) hanno poco a che vedere, a questo mi riferivo. Il fatto che si vada irrimediabilmente verso un pensiero unico e' certamente una mia opinione, che deriva dall'osservazione della politica degli ultimi anni, dove il massimo interesse, non consiste nella ricerca del bene comune, ma nella difesa strenua della casta e del posto conquistato. Non e' qualunquismo, ma solo critica, buon senso e forse pubblica opinione.

ID3943 - 21/09/2010 09:52:00 - (Ricard53) - Va bene.

Anche se il pensiero unico fa venire in mente più un regime dittatoriale o il "1984" di Orwell, forse esiste più una consuetudine, un adagiarsi, una pigrizia mentale, che sono motore e vittima, nello stesso tempo, del consumare e dell'apparire. Ogni epoca ha i suoi connotati, confido in chi si muove al di fuori dell'ombra.

ID3982 - 22/09/2010 15:18:00 - (digitoergosum) - Finalmente commenti equilibrati!

Ho letto con piacere e divertimento sia l'articolo, che condivido e in cui mi ritrovo quando raggiungo la sublimazione ascoltando, per esempio, "Song to Comus" dei Comus, sia i garbati e intelligenti commenti che hanno seguito. Grazie...

Aggiungi commento:
Vedi anche
07/10/2010 10:00:00

Colori e ritmi della creatività La vera molla che fa scattare la vita è sicuramente la creatività.

22/03/2014 08:43:00

Quel che rimane Le parole a volte non servono proprio, la morte di un piccolo conosce nei cuori delle mamme tutte le culture del mondo

22/07/2012 08:00:00

Il test delle caramelle Tutte le emozioni per loro natura si traducono nell'impulso ad agire.

26/11/2010 15:00:00

Le femministe? «Mi piacerebbe che le donne potessero riabbracciarsi e dare di nuovo impulso vitale, abbandonando le armi della competizione».

11/08/2013 10:16:00

Libero arbitrio Mentre la crisi incalza cerco di capire cosa accomuna nei nostri intenti. Forse solo per non morire di spavento



Altre da O
26/10/2010

La zucca

Utilizzata non solo in cucina, ma anche in cosmesi e in medicina, la zucca viene persino usata come contenitore e come utensile.

18/10/2010

Cucina regionale della Basilicata

La Basilicata (chiamata anche Lucania) ha il notevole pregio di conservare intatto buona parte del proprio patrimonio ambientale e boschivo.

18/10/2010

Attese

Tornando indietro con la moviola dei ricordi mi trovo sovente ingarbugliata dentro quel filo sottile e resistente che tiene insieme l’ansia per raggiungere nuovi traguardi di crescita.

(4)
14/10/2010

«Indian takeway»

Per ogni figlio di immigrati c’è sempre un momento di consapevolezza che mette a disagio.

13/10/2010

Cucina regionale dell'Umbria

L’Umbria è una regione dove tradizione e semplicità dominano la gastronomia.

11/10/2010

L’omaggio degli alpini alla Madonna del Don

Ieri a Mestre il dono degli alpini bresciani dell’olio per la lampada votiva per l’icona della Vergine portata dal fronte russo da un cappellano militare, per ricordare i caduti della campagna di Russia.

11/10/2010

Bando per progetti sperimentali

Tempo fino al 18 ottobre per presentare domanda. Sono a disposizione 2 milioni e 300 mila euro.

11/10/2010

Piccoli uomini crescono

ALBUM: Piccoli uomini crescono.
ARTISTA: Jet Set Roger.
SITO UFFICIALE: www.jetsetroger.it

11/10/2010

Il mito si trasforma: arriva la Mini SUV

Rivoluzione in casa Mini: arriva infatti la Countryman, la prima Mini a trazione integrale e 5 porte.

07/10/2010

Colori e ritmi della creatività

La vera molla che fa scattare la vita è sicuramente la creatività.