14 Novembre 2020, 10.00
Provincia
AIB

Produzione industriale, si attenua la caduta su base annua

di Redazione

La produzione industriale bresciana evidenzia un aumento sul trimestre precedente di +10,6%. Lo evidenzia l’indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia al terzo trimestre 2020


Nel terzo trimestre del 2020, la variazione rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente della produzione delle imprese manifatturiere bresciane è risultata pari a -14,0% (tendenziale), dopo il dato fortemente negativo del secondo trimestre (-25,7%).

Nel periodo estivo, l’attività in sostanza recupera quanto perso nel secondo trimestre dell’anno, ma rimane sotto il livello pre-Covid. L’evoluzione complessiva è la sintesi di dati aziendali fortemente eterogenei.

A evidenziarlo è l’indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia al terzo trimestre 2020.

La dinamica dei mesi estivi risente principalmente del sostegno della domanda interna, a fronte di una domanda estera che procede in maniera incerta. La fiducia degli imprenditori manifatturieri ha mostrato qualche segnale positivo, ma il peggioramento della crisi sanitaria e i crescenti timori sulle prospettive di una soluzione in tempi brevi accentuano i rischi sul consolidamento della ripresa nei prossimi mesi.

Nel dettaglio, la produzione industriale evidenzia un aumento sul trimestre precedente di +10,6% (congiunturale).  Dopo aver toccato i minimi storici nel trimestre scorso, i livelli produttivi realizzano un recupero; la distanza dal picco di attività pre-crisi (primo trimestre 2008) risulta pari a -33,4%.

Le previsioni a breve termine delle imprese – che non incorporano tuttavia i fatti intervenuti nei mesi di ottobre e novembre, tra cui il riacutizzarsi della pandemia e l’entrata in vigore dei nuovi DPCM emanati dal Governo (del 24/10 e del 3/11) – sono moderatamente positive: le aziende che stimano un miglioramento della situazione nei prossimi tre mesi sono il 33%. Quelle che prevedono di mantenere i livelli attuali sono il 42%, mentre il 25% stima un calo dell’attività. In generale, la crescente incertezza su tempi e modi di uscita dall’emergenza sanitaria allontana comunque la ripresa: frena i consumi privati e gli investimenti delle imprese, mentre le esportazioni nei prossimi mesi rischiano di subire pesanti contraccolpi dalle chiusure messe in atto anche negli altri paesi.

- La disaggregazione della variazione della produzione per classi dimensionali mostra incrementi superiori alla media nelle grandi imprese (+37,4%) e uguali alla media nelle piccole (+10,6%). La produzione è cresciuta meno della media nelle micro imprese (+1,1%) e nelle medie (+8,1%).

-  Con riferimento alla dinamica congiunturale per settore, l’attività produttiva è aumentata: oltre la media nel comparto della meccanica (+13,4%); sotto la media nell’alimentare (+1,4%), chimico, gomma, plastica (+6,9%), legno e minerali non metalliferi (+2,2%), metallurgia (+9,5%), sistema moda (+8,5%). 

-  Il tasso di utilizzo della capacità produttiva, che si è attestato al 73%, è aumentato nei confronti della rilevazione precedente (62%) e risulta inferiore a quello del terzo trimestre del 2019 (75%).

-  Le vendite sul mercato italiano sono aumentate per il 42% delle imprese, rimaste invariate per il 24% e diminuite per il 34%. Le vendite verso i Paesi comunitari sono cresciute per il 43% degli operatori, calate per il 27% e rimaste stabili per il 30%; quelle verso i Paesi extra UE sono aumentate per il 34%, diminuite per il 32% e rimaste invariate per il 34% del campione.

-  I consumi energetici sono cresciuti per il 49% degli operatori, con una variazione media di +7,4%. Le giacenze di prodotti finiti sono ritenute adeguate alle necessità aziendali dall’81% delle imprese; le scorte di materie prime sono giudicate normali dall’83% del campione.

-  I costi di acquisto delle materie prime sono cresciuti per il 25% delle imprese, con un incremento medio dello 0,7%. I prezzi di vendita dei prodotti finiti sono calati per il 20% degli operatori, per una variazione media pari a -0,4%.

-  Tra i fattori che limitano la produzione, le aziende hanno segnalato: per il 53% la domanda insufficiente a causa del Covid-19 e/o la temporanea chiusura degli impianti durante la fase di lockdown; per il 4% la scarsità di manodopera; per il 3% la scarsità di materie prime/macchinari; per il 23% nessuno.

-  Le aspettative a breve termine appaiono moderatamente positive. La produzione è prevista in aumento da 33 imprese su 100, stabile dal 42% e in calo dal rimanente 25%. I comparti attesi in crescita sono: alimentare, chimico, gomma, plastica, legno e minerali non metalliferi, metallurgia e sistema moda. La produzione è prevista sostanzialmente stabile nella meccanica.

-  Gli ordini provenienti dal mercato interno sono in diminuzione per il 34% degli operatori, stabili per il 37% e in aumento per il 29%; quelli dai Paesi UE sono in calo per il 24% degli operatori del campione, invariati per il 55% e in crescita per il 21%; quelli provenienti dai mercati extracomunitari sono in aumento per il 21% delle imprese, stabili per il 60% e in calo per il 19%.
 
L’Indagine viene effettuata trimestralmente su un panel di 250 imprese associate appartenenti al settore manifatturiero


Vedi anche
03/05/2016 15:03:00

Bene la produzione industriale, meno l'artigianato I dati del primo trimestre 2016 dell'economia bresciana mettono in evidenza un ulteriore recupero della produzione industriale, mentre l’attività nell’artigianato manifatturiero subisce una battuta d’arresto

25/11/2015 15:09:00

Produzione industriale, stallo in ottobre L’attività produttiva delle imprese manifatturiere bresciane ha registrato in ottobre una dinamica nel complesso piatta nei confronti del mese precedente

16/10/2021 08:00:00

Green pass, piena operatività nelle aziende Secondo un'indagine di Confindustria Brescia su quasi 300 aziende associate, il 93% del campione non ha riscontrato alcun problema nella gestione dei controlli; il 77% ha effettuato controlli sulla totalità dei lavoratori.

11/05/2019 11:07:00

Produzione industriale, la crescita è debole Nel primo trimestre del 2019 la crescita tendenziale della produzione nelle imprese manifatturiere bresciane si è attestata al +1,6% rispetto allo stesso trimestre del 2018. E’ il dato più basso degli ultimi 4 anni

24/09/2015 14:42:00

Produzione industriale, nuovo slancio a luglio A luglio l’attività produttiva delle imprese manifatturiere bresciane – secondo le rilevazioni del Centro Studi di AIB - ha registrato un’accelerazione, dopo i buoni risultati sperimentati nei due mesi precedenti.



Altre da Provincia
27/11/2021

Busi Group, mezzi elettrici per la raccolta rifiuti

L'azienda, che ha sede anche a Paitone, ha raccolto la sfida dell'elettrico siglando due partnership importanti e presentando i primi prototipi ad Ecomondo

27/11/2021

In metro da Brescia a Salò

È la proposta del sindaco di Gavardo Davide Comaglio da mettere in campo con i fondi del Pnrr. Ma intanto servirebbe ridisegnare lo snodo di Rezzato

(3)
26/11/2021

Giallo dei documenti, nuovo ricorso

Sembrerebbe un “buco” negli atti quello relativo al progetto del depuratore. Alla richiesta del sindaco di Montichiari il Ministero ha risposto che sono disponibili solo alcuni dei documenti richiesti

26/11/2021

Pronto l'iter per il progetto definitivo

Il commissario - prefetto accelera i tempi per poter chiudere la pratica a marzo 2023, come da accordi con il ministro Cingolani. I sindaci del Chiese rilanciano la loro battaglia al Tar

25/11/2021

Gavardo - Montichiari verso la progettazione definitiva

Dopo l'incontro tra il ministro Cingolani e il commissario Visconti sembra che Acque Bresciane sarà incaricata di procedere con il progetto del doppio impianto sul Chiese

24/11/2021

«Un vaccino per tutti», uno spettacolo al Teatro Grande

"Da le ses a le dò, da le dò a le des", promosso dalla Piccola Industria per raccogliere fondi da devolvere a Medicus Mundi Italia a sostegno della campagna vaccinale nei Paesi meno sviluppati

23/11/2021

Il Datawarehouse geografico per un governo smart del territorio

Un seminario promosso da Secoval, Comunità Montana Valle Sabbia con la collaborazione di SMAE Università degli Studi di Brescia sul Sit Prometeo nella pianificazione territoriale

19/11/2021

«Eureka! Si può fare!» al festival Science on Stage Europe

L'iniziativa, promossa da Confindustria Brescia con l'associazione Aghi magnetici, AIF – Associazione dell'insegnamento della fisica e il patrocinio e di Federmeccanica, è stata scelta insieme ad altre 10 proposte italiane per partecipare al più importante contest didattico per docenti STEM a livello europeo, che si terrà a Praga dal 24 al 27 marzo 2022

19/11/2021

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

18/11/2021

PMI Day, oltre 4000 studenti all'edizione 2021

Dal 2010 al 2020 coinvolti in totale a Brescia 655 aziende e 39.400 studenti. Domani, venerdì 19, una tavola rotonda digitale