15 Settembre 2021, 08.52
Valsabbia
Lettere

«Non demonizziamo chi sceglie di non vaccinarsi»

di Luca Pelizzari

Buongiorno direttore, sono un insegnante di una scuola della Valle Sabbia...


... e vorrei esprimere la mia opinione riguardo alla sospensione dal lavoro, cui potrà fare seguito l’eventuale licenziamento, di alcuni colleghi che hanno rifiutato il vaccino nella nostra provincia e nel mio stesso istituto.

Premetto che sono un sostenitore convinto del vaccino utilizzato come terapia per limitare i danni del COVID; ho fatto le due dosi, ho il certificato verde e se sarà necessario farò anche la terza, la quarta, la quinta e la decima dose.
Non condivido minimamente le tesi sostenute da coloro che rifiutano il vaccino e ritengo degli imbecilli quanti ricorrono all’insulto ed alla violenza.
Detto questo vorrei spiegare perché giudico profondamente sbagliato l’atteggiamento del Governo di ricorrere a soluzioni estreme come il licenziamento nei confronti di costoro.

Un governo autorevole quale l’attuale, sostenuto dalla quasi totalità dei partiti, non deve demonizzare chi la pensa in modo diverso e tanto meno deve ricorrere ad azioni discriminatorie e lesive della dignità dei lavoratori come il licenziamento.

Lo Stato Italiano, nato dalla sconfitta di una dittatura, ha sempre garantito ai propri cittadini, e non solo a costoro, una grande libertà di azione e di pensiero pur che siano esercitati entro i limiti della legge.
A chi giova allora mostrarsi aguzzino nei confronti di chi ha un  pensiero diverso, seppure su questioni che mettono in ballo la nostra salute?
Non c’erano provvedimenti meno discriminatori da imporre a costoro?
In fin dei conti si tratta di una effimera minoranza: non si potevano imporre loro le stesse misure di sicurezza adottate da tutti noi prima dell’utilizzo dei vaccini.

E poi che rischio di contagio c’è se la grande maggioranza dei cittadini è vaccinata?
Ho l’impressione che sui vaccini ci sia stata una forzatura eccessiva, condita da tante, troppe contraddizioni che sono sotto gli occhi di tutti ( e lo testimonia uno che ha subìto questa estate di follia sul Garda).

Mi sarei aspettato anche un atteggiamento diverso dei sindacati e degli stessi dirigenti scolastici; invece i primi non hanno proferito parola, sebbene in passato si siano spesi per difendere esigue e non sempre giustificate minoranze.
I secondi si sono comportati, come spesso accade, da grigi esecutori delle direttive ministeriali lasciando a casa, senza tanti ripensamenti, validi insegnanti sprovvisti di certificato verde.

Da parte mia, pur non condividendo il pensiero di questi colleghi, auspico che essi possano sostenerlo senza discriminazioni, come è legittimo in una democrazia.

Come lavoratore esprimo tutta la mia solidarietà  nei confronti di altri lavoratori che rischiano di essere licenziati.

Luca Pelizzari



Commenti:
ID82685 - 16/09/2021 09:12:30 - (Achille) - Ottima riflessione

da chi ha deciso di vaccinarsi. Questa lettera apre a mille scambi di opinioni che potrebbero essere costruttive per entrambe le parti, ma ormai è diventata più una lotta tra due tifoserie, quindi sarebbe inutile.

Aggiungi commento:
Vedi anche
01/11/2020 17:55:00

«Non dimentichiamo le fragilità» Buongiorno, sono Bonelli Natascia e sono referente area disabilità di una scuola bresciana e chiedo di porre attenzione alle conseguenze di un lockdown "scolastico" per le famiglie e i ragazzini con disabilità...

20/11/2017 09:03:00

«E la forza pubblica dove è?» Buongiorno direttore. Qualche tempo fa Le scrissi in merito al degrado del centro storico di Gavardo. Pensavo che non si potesse raccontare ancora altro .... ma mi sbagliavo. Aggiornamento martedì 21 h13:30

13/05/2015 08:18:00

Accumulo di cariche al Gal Buongiorno Direttore, occupandomi per passione di ambienti rurali anche fra il Garda e la Valle Sabbia, sono sempre attento a quello che succede al Grupo di Azione Locale che si occupa di quelle zone...

12/03/2016 12:55:00

Unioni civili, a scuola da... Lancini Buongiorno signor direttore, oggi vorrei riportarle un fatto, a mio avviso sconcertante, successo durante l'assemblea dell'Istituto Battisti...

31/07/2017 08:12:00

Il degrado del centro storico di Gavardo Buongiorno direttore Le scrivo per condividere con Lei e con i lettori di ValleSabbia News il degrado del centro storico di Gavardo...



Altre da Valsabbia
26/10/2021

Fondi per le reti irrigue

Stanziamento regionale per i consorzi di bonifica per opere idrauliche: 3 milioni anche per il Naviglio Grande Bresciano

26/10/2021

Narciso a rischio chiusura

Prove di collaborazione, fra pubblico e privato, nel tentativo di impedire entro gennaio la chiusura definitiva del Centro sportivo Narciso, dal 2008 operativo sul lago d'Idro

(1)
23/10/2021

Ospitalità diffusa, ecco il piano del Gal

Formazione, affiancamento, scuola e incentivi. Ecco i pilastri del nuovo piano di lavoro del Gal a seguito del workshop

23/10/2021

«Avanti così»

Dal Ministero della Transizione ecologica, in risposta ad un’interrogazione, una doccia fredda sulla possibilità di cambiare la soluzione Gavardo-Montichiari del depuratore gardesano

22/10/2021

Dalla Regione fondi per la Protezione Civile

Anche alcune associazioni valsabbine riceveranno i contributi stanziati per l'acquisto di mezzi e attrezzature da destinare ai volontari

22/10/2021

Il Governatore del Rotary a Bagolino

L’incontro con i soci del Rotary Club Valle Sabbia per rilanciare l’impegno nella comunità e sul territorio

21/10/2021

Lieve scossa di terremoto

Si è avvertita questa mattina (giovedì) alle 11.24 nella bassa Valsabbia e Valtrompia. Epicentro fra Agnosine e Caino

21/10/2021

«Iconografia musicale in Valle Sabbia»

Sarà presentato questo sabato l'ultimo libro di Giovanni Baronchelli che raccoglie una ricerca dedicata agli elementi mucari presenti nelle opere pittoriche e scultoree custodite in chiese, santuari e residenze private della valle

21/10/2021

Progetti di modernizzazione per l'Istituto Perlasca

Firmato ieri il protocollo d'intesa fra Provincia e Comunità montana per i lavori alle due sedi dell'Istituto superiore: efficintamento energetico a Idro, nuove aule e laboratori a Vobarno

21/10/2021

Tempo di crisi? Il Perlasca risponde a suon di... PON

Libri di testo regalati, strumenti scientifico-tecnologici messi a disposizione degli studenti, potenziamento della rete in tutti gli spazi dell’Istituto