12 Dicembre 2020, 16.46
Valsabbia Garda Valtenesi
Solidarietà

Scatole a furgonate per chi è solo

di Val.

Successo clamoroso per l’operazione “Pacchi di Natale”. Un progetto milanese rilanciato dalle Sardine di Brescia e del Garda, che sta coinvolgendo centinaia di persone e numerose associazioni



Prendi una scatola di scarpe, mettici dentro:
1 cosa calda
1 cosa golosa
1 passatempo
1 prodotto di bellezza
1 biglietto gentile... perché le parole valgono anche più degli oggetti.

Ogni scatola doveva poi essere “dedicata”: a una donna, ad un uomo, ad un bambino, con indicazione dell’età, perché il regalo alla fine possa risultare utile oltre che gradito.
Una formula che è piaciuta a tantissimi.

La raccolta di “scatole”, infatti, è diventata virale, coinvolgendo associazioni di ogni tipo fra quelle votate alla solidarietà.
E siccome fino a tutto oggi ancora non era possibile per tutti spostarsi da un Comune all’altro, in tutta la provincia, paese per paese o quasi, sono nati centri di raccolta “scatole”, a mucchi, pronte da consegnare a quei sodalizi che poi sanno bene dove indirizzare tanta solidarietà: a persone sole, meno fortunate, alle quali il calore di un dono può regalare un momento di grande felicità.

Per rimanere fra il Garda e la Valle Sabbia, grandioso il successo della raccolta a Salò, dove la Caritas venerdì ha accolto pacchi mattina e sera riempiendone una stanza intera. Caritas salodiana che si occuperà anche della distribuzione.
Non solo a Salò, visto il successo dell’operazione, ma anche a Roè Volciano e altri paesi limitrofi.

Anche la Bassa Valle ha convogliato scatole a Salò.

Fra Casto, Barghe, Preseglie, Odolo, Agnosine e Bione ne sono state raccolte da riempire un furgone, alcune già consegnate alla Caritas zonale di Vestone per l’alta Valle, altre verranno distribuite dalla Caritas Zonale di Vobarno, ma anche al Centro Aiuto Vita e alla Croce Rossa Italiana di Desenzano.

Ancora però si va avanti, c’è tempo ancora qualche giorno: da Vestone in su la raccolta delle “scatole di Natale” è appena iniziata e si stanno facendo avanti altre associazioni/enti in grado poi di gestire l’ultima fase del progetto, per certi versi la più difficile: la consegna a chi di questa solidarietà ha più bisogno.

Chi è interessato a partecipare trova tutte le indicazioni per farlo sulla pagina Facebook 6000Sardine Brescia
Le associazioni che possono consegnare le “scatole” possono segnalare la propria disponibilità utilizzando la mail 6000sardinebrescia@gmail.com
.in foto: la stanza riempita di scatole a Campoverde di Salò; parte del carico di scatole recuperato con un furgone in Valle Sabbia; le scatole consegnate nella sede di Nozza della Carirtas zonale




Aggiungi commento:
Vedi anche
04/12/2015 08:55:00

L'Ail e le stelle di Natale “Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella”, questo lo slogan con il quale i volontari dell'Ail si apprestano a scendere in piazza nel prossimo lungo weekend per trasformare la generosità in cure. Ecco le piazze valsabbine dove trovarli

26/03/2020 10:55:00

Scatole ed etichette in dono dalla Imbal Carton L’azienda di Prevalle ha risposto all’appello di AiutiAMObrescia fornendo in soli due giorni di lavoro un grande quantitativo di scatole e di etichette da applicare ai dispositivi già confezionati

06/12/2013 06:50:00

Stelle di Natale con l'Ail Il sostegno all'Associaizone italiana contro le leucemie passa anche attaverso l'acquisto delle Stelle di Natale. In Valle Sabbia è possibile su cinque "piazze"

22/12/2010 08:37:00

Il carretto della solidarietà Con un carretto trainato dall’asinello Cico, prosegue in questi giorni a Vobarno e frazioni l’iniziativa che mira a sostenere alcune opere di solidarietà.

05/12/2009 07:44:00

Stelle di Natale contro la leucemia Anche in cinque piazze della Valle Sabbia sarà possibile acquistare le Stelle di Natale dell’Ail per contribuire alla ricerca contro le leucemie e i linfomi.



Altre da Garda
05/03/2021

Storie di donne

Il Film Festival del Garda in collaborazione con l'associazione “Nonsolo8marzo” celebra le donne con tre film in visione gratuita per tutti

04/03/2021

Al via i vaccini al personale scolastico

Docenti e collaboratori scolastici in servizio in Lombardia possono già accedere al portale online e prenotarsi. Si parte lunedì 8 marzo

02/03/2021

Fusione per il Consorzio Laghi: «Avanti insieme»

Incorporato nel Consorzio Solco Brescia, il Consorzio Laghi ringrazia l'intero territorio e La Cassa Rurale per il suo contributo, con l'auspicio di proseguire nelle collaborazioni e nelle relazioni intrattenute fino ad oggi

01/03/2021

Regate regionali a Pusiano

Lo scorso weekend gli atleti del Circolo Canottaggio Gruppo Volontari del Garda hanno preso parte alle competizioni sul lago di Pusiano, in provincia di Lecco, con buoni risultati

28/02/2021

Dolphin, storia di una barca

Il volume di Sandro Pellegrini, «raccontando di una barchetta» come dice lui, diventa quasi la Storia della vela sui laghi Benaco e Sebino

28/02/2021

La foglia di fico

Secondo il Comitato Referendario Acqua Pubblica, la "mozione Sarnico" è servita solo a coprire le vergogne di un'Amministrazione provinciale che ha già deciso che le acque reflue del Garda verranno depurate a Gavardo

24/02/2021

Obiettivo: 1200 dosi al giorno

E’ operativo a Gavardo il primo centro valsabbino per le vaccinazioni. Sei postazioni che potranno essere pienamente operative quando arriveranno sufficienti vaccini. La prima è stata l’Agnese, classe 1922

22/02/2021

Uno per tutti, tutti per uno...in musica

Al via a Villanuova sul Clisi un percorso di MusicoTerapia Orchestrale rivolto a gruppi familiari o di amici grazie al contributo della Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella

19/02/2021

Nuovo Presidio socio sanitario a Volciano? «Siamo preoccupati»

La Minoranza di Roè Volciano esprime preoccupazione per l’ipotesi dell’Asst del Garda di realizzare il nuovo Presidio Socio Sanitario Territoriale nell’area naturale di via Olivelli

19/02/2021

Si riaccende il dibattito sull'ex ospedale

Il nuovo Presidio Socio Sanitario Territoriale si potrebbe fare anche nel vecchio ospedale di Salò, già di proprietà dell'Asst gardesana. Lo sostengono diverse associazioni e anche il sindaco Cipani, che per Palazzo Tosi Gentili ora rivendica un canone di affitto