25 Aprile 2021, 06.36
Pertica Alta Valsabbia
Preti e resistenza

Don Lorenzo Salice, un grande prete partigiano

di Giuseppe Biati

È sempre bene e doveroso ricordare padre Bonifacio, al secolo don Lorenzo Salice, grande prete partigiano, parroco e monaco. Mai dimenticato in Valle Sabbia e anche oltre!


Mai dimenticato.
Basterebbe pensare ai pubblici omaggi tributatigli dai vari Comuni valligiani, dalle Biblioteche, dalle Associazioni, dai convegni resistenziali, dagli storici, dai critici, dai privati.

Lo hanno ricordato in particolare, oltre che nell’immediato dopoguerra e nelle vicende resistenziali, nella:

1. Mostra a Vestone dal 27 ottobre al 4 novembre 1984, con promotore Alfredo Bonomi; mostra a cura del Comune di Vestone e del Sistema Bibliotecario dell’Alta Valle Sabbia.
Titolo del Catalogo: “Bonifacio OSB, Mostra antologica 1960-1984”, con contributi scritti di Alfredo Bonomi, Fabrizio Gandi, Albano Morandi.

2.Mostra nella Rocca di Sabbio Chiese, con pubblicazione: “Bonifacio OSB, Il canto del creato. Don Lorenzo: dalla Valle Sabbia all’eremo benedettino”.
Promotori: Comune di Sabbio Chiese, Biblioteca Comunale di Sabbio Chiese, Comune di Provaglio V. S., Comunità Montana di Valle Sabbia.
È stata una iniziativa di “Sabbio con l’arte 2001”.
Comitato organizzatore: Daniela Anettoni, Renzo Baldo, Alfredo Bonomi, Claudio Ferremi, Fabrizio Gandi, Carla Leali Baldo, Lorenzo Pelizzari, Paola Stagnoli, Stefania Tisi.
Con i contributi scritti di Alfredo Bonomi e Carla Leali Baldo.

3. Mostra ad Orzinuovi, con Catalogo: “Voci della Valle. Uomini e Paesaggi nei pittori della Valle Sabbia”, a cura del Comune di Orzinuovi, Comunità Montana di Valle Sabbia, con la collaborazione della Biblioteca Civica di Barghe.
Orzinuovi, Rocca di S. Giorgio, 30 agosto – 22 settembre 2002.
Il libro/catalogo è a cura di Alfredo Bonomi, con contributi di Alfredo Bonomi (su don Bonifacio), Giorgio Orlandi (su Edoardo Togni), Antonio Stagnoli, Giovanni Tabarelli.

4. Edizione del libro: “Bonifacio OSB, Mostra antologica 1945-1989”, per il 50° di sacerdozio di padre Salice, con il patrocinio dei Comuni di Provaglio V. S., Casto, Vestone, Biblioteca Comunale di Vestone: 28 ottobre – 4 novembre 1989.
Presentazione autografa di Padre Bonifacio Salice.
Contributi di
Alfredo Bonomi: “Padre Bonifacio: vicenda umana ed artistica; contributo per una mostra antologica”;
Giuseppe Biati: “Il bello, il fragile, il sublime in Bonifacio Salice, monaco pittore”;
Paola Stagnoli: “La pittura è una esperienza di vita”;
Padre Bonifacio: “Preghiera del pittore Bonifacio OSB”, (artista cristiano).

Pubblicazione di un cartoncino, con riproduzione del Cristo sofferente, opera di P. Bonifacio.

Sono stati, inoltre, recentemente pubblicati gli atti del convegno sulla Resistenza in Valle Sabbia da parte del Centro Studi “La Brigata Giacomo Perlasca delle Fiamme Verdi e la Resistenza bresciana” (“Per una Resistenza in Vallesabbia. Aggiornamenti e riflessioni”, a cura di Fabio Fontana e Daria Gabusi, Ed. Valle Sabbia/storia e memoria, 2019), convegno effettuato presso il Polivalente di Idro, alla presenza di tutti gli studenti, dove è stata riproposta la figura di Padre Bonifacio, parroco di Odeno di Pertica Alta nel periodo bellico, come partigiano e fiancheggiatore del movimento resistenziale.

Eroico fu il suo comportamento nella tragica vicenda che aveva coinvolto il ribelle per amore Emiliano Rinaldini, i cui tragici fatti lo avevano riconfermato nella necessità di continuare la Resistenza, abbracciata precedentemente ed intrapresa a tutto campo davanti al martoriato corpo del giovanissimo partigiano Fabio Pelizzari.
Vicende resistenziali esemplarmente narrate dallo storico bresciano Rolando Anni, nei suoi numerosi e validissimi contributi.

Più tardi, nel 1995, quasi ottantenne, padre Bonifacio scriverà una commovente ed ardita lettera al partigiano Gepi (che aveva nascosto per diversi mesi nella canonica di Odeno).

Questi i termini della pacifica rivoluzione del monaco-artista benedettino, educatore di giovani:
“…io sono sempre il tuo amico don Lorenzo…dopo 50 anni sono sempre più convinto che dobbiamo prendere le armi per continuare la Resistenza, contro tutti i nemici della vera Libertà; dobbiamo riprendere le armi contro tutte le ingiustizie sociali… le armi che dobbiamo impugnare ora sono le armi della Luce che viene dal Vangelo…
Sulla vita di tanti Eroi caduti per la Libertà dobbiamo continuare la nostra Resistenza…
E ora mi rivolgo a te, carissimo Gepi, ribelle per amore, tu sei vissuto parecchi giorni nella mia casa di Odeno, casa povera ma sempre aperta ai “Ribelli”, come li chiamavano i miei montanari".

Dichiara apertamente che anche la Resistenza di Don Lorenzo continua ancora…

Ad oggi, sono d’accordo sul porre nuovamente in evidenza la biografia e l’opera spirituale e anche artistica di questo nostro grande convalligiano.

Qualcuno recentemente ha affermato che padre Bonifiacio è stato “dimenticato da molti”
Può anche essere.
Ma i fatti sopra evidenziati dimostrano il contrario, fortunatamente.

P. Bonifacio Salice è un ricordo vivo e continuativo per chi della Resistenza e nella Resistenza (da cui trae origine la nostra Costituzione) ha posto i fondamenti morali, spirituali, civici del vivere in una comunità associata, solidale e civile.
Certo, bisognerebbe metterlo in maggior evidenza, anche e soprattutto per il suo messaggio spirituale, resistenziale ed artistico!

Nelle Pertiche, sono convinto, che vada fatta una celebrazione pubblica e ricorrente in sua memoria!
Sarebbe per alcuni un primo avvio di compartecipazione e di continuazione per altri, ai valori propugnati dal monaco di Sorres, ex parroco esemplare di Odeno di Pertica Alta nei tragici momenti resistenziali e richiamo etico-morale anche e soprattutto in questi attuali momenti che prepotentemente si arrogano l’indebito diritto di porre paradigmi sociali di deprecabile intolleranza e di improponibile primatismo.

(Giuseppe Biati, Presidente del Centro Studi la Brigata Giacomo Perlasca delle Fiamme Verdi e la Resistenza Bresciana)

.la foto è stata presa dal blog di Piero Murineddu




Commenti:
ID82561 - 25/04/2021 14:04:03 - (mauri55) - Dalla nipote Angela ringraziamenti

Un esempio di vita e umiltà presenziato ai funerali e impressionata dalla partecipazione della popolazione che gli voleva bene e accompagnato dal vescovo di Sassari e tumulato in compagnia dei suoi pennelli.grazie mille per il ricordo . Salice Angela nipote

ID82562 - 25/04/2021 18:21:35 - (cesarepasini) - Ricordo Padre Bonifacio OSB

Ricordo Padre Bonifacio OSB alla inaugurazione della mostra di Sabbio Chiese della primavera 2001 quando ho avuto la possibilità di colloquiarci. Don Lorenzo Salice si disse contento che ci fosse anche il Sindaco del suo paese di origine Provaglio Val Sabbia (ero io in quel momento) e che di questa cosa ne sarebbe stato contento anche il suo Padre Superiore. Ferremi Claudio andò in Sardegna per accompagnarlo nei viaggi, mentre Alfredo Bonomi lo ospitò a casa (se non ricordo male). Il comune di Provaglio Val Sabbia contribuì alla mostra pagando le fatture del rinfresco dell'inaugurazione. Conservo il libro della mostra con la sua dedica ed il ricordo di un incontro speciale.

Aggiungi commento:
Vedi anche
17/06/2016 10:50:00

Comero e l'arte In occasione del centenario della nascita di padre Bonifacio O.S.B. (monaco e artista) la parrocchia di Comero organizza al centro sportivo ABCF una mostra d’arte di sue opere e in parallelo la consueta mostra collettiva di artisti locali

05/08/2013 07:55:00

Quando il padre è mancante E' difficile fare i genitori ma ancora più difficile fare il padre. Essere padre. Festeggiare il padre allora, può essere importante, purchè si rifletta

18/03/2014 10:01:00

San Giuseppe: quale festa del padre? Si fa riferimento al padre putativo di Gesù, per ricordare le funzioni del padre, anche se prevale il sospetto che gli aspetti commerciali abbiano fatto perdere la valenza simbolica di questa figura

15/02/2015 08:19:00

I 100 di Padre Anacleto Cent'anni di fede, studi storici e spirito francescano, quelli del "padre della patria" Anacleto Mosconi, che proprio oggi, domenica 15 febbraio, gira la boa del secolo di vita



Altre da Pertica Alta
17/04/2021

Beatrice da 110 e lode

Congratulazioni a Beatrice Gabusi, di Belprato di di Pertica Alta, che il 15 aprile si è laureata in Psicologia Clinico Dinamica col massimo dei voti

09/04/2021

La via degli alpeggi

È il progetto messo in campo dall'amministrazione comunale di Pertica Alta per la valorizzazione turistico-ricettiva delle malghe di montagna

08/02/2021

Caduta massi

Intervento dei tecnici questa mattina per verificare la stabilità di un tratto di versante lungo la Bongi-Noffo dove ieri sera sono cadute due grosse pietre. Strada riaperta in tarda mattinata

28/01/2021

Livemmo e il suo Carnevale

Giuseppe Biati, in questo volume, individuandone gli archetipi, dimostra l’origine atavica di una manifestazione che, per quanto recente nel manifestarsi, affonda le radici nell’inconscio collettivo

23/01/2021

Frane

Notte difficile per la viabilità valsabbina. Due almeno i blocchi: non si passa fra Sant’Antonio e Bagolino e fra Nozza e Belprato.
Aggiornamento ore 11

02/01/2021

Ambulanza bloccata nella neve, intervengono i pompieri

Un albero caduto sulla Provinciale impediva il passaggio di autolettiga con paziente e medicalizzata

01/01/2021

Milena e Cristian, resilienza e agricoltura di montagna

A Pertica Alta i due coniugi gestiscono l'azienda agricola “Malga Casine”, tra le località di Pineta e Belprato. Un lavoro duro ma di grande soddisfazione

31/12/2020

Un nuovo anno, con la bellezza del nostro territorio

L'associazione “Riflessi di luce” propone anche per il 2021 il suo lunario che valorizza scorci e peculiarità del territorio delle Pertiche valsabbine

22/12/2020

Nonna Maria fa i novanta

Tanti auguri ad Antonia Maria Gabrieli, che abita a Belprato di Pertica Alta e che proprio oggi, martedì 22 dicembre, compie 90 anni in splendida forma

08/12/2020

«Togliete le limitazioni per i piccoli Comuni»

Anche i cinque sindaci valsabbini della Lega sono fra i firmatari della lettera inviata dai primi cittadini bresciani del Carroccio al presidente del Consiglio Conte