02 Agosto 2021, 07.39
Valsabbia Garda
Depuratore gardesano

«Non abbandonate la strada tracciata»

di red.

Da parte dei Comitati piena soddisfazione per l’approvazione della Mozione Almici in Consiglio provinciale, con un po’ di rammarico per il venir meno di alcuni voti


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un'abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...




Vedi anche
01/12/2020 09:15:00

Passa la mozione Sarnico Il Consiglio provinciale approva la mozione bipartisan che stabilisce che gli impianti di depurazione vanno costruiti sul territorio che li utilizzerà. Ora sei mesi per un progetto alternativo sul Garda

28/02/2021 07:33:00

La foglia di fico Secondo il Comitato Referendario Acqua Pubblica, la "mozione Sarnico" è servita solo a coprire le vergogne di un'Amministrazione provinciale che ha già deciso che le acque reflue del Garda verranno depurate a Gavardo

18/11/2020 12:06:00

Cavilli sulla mozione Sarnico La mozione del consigliere delegato al Ciclo idrico sul depuratore del Garda è stata respinta dall'Avvocatura della Provincia. Ora si pensa ad una delibera d'indirizzo

17/02/2021 09:35:00

I comitati scrivono al consigliere Sarnico A più di due mesi dall'approvazione della mozione che porta il suo nome, associazioni e comitati scrivono al consigliere provinciale con delega al ciclo idrico per chiedere azioni decise e trasparenza sulla questione depuratore

27/11/2020 09:53:00

Mozione Sarnico in bilico La riunione della commissione Ciclo idrico che doveva sancire un'intesa tra le parti ha invece creato una frattura importante. Ma c'è chi prova a ricucire



Altre da Valsabbia
01/08/2021

«Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo»

Con la bellezza il Rotary Valle Sabbia e Lombarda Marmi costruiscono ponti tra i popoli. In cava a Botticino una serata all’insegna della cultura artistica e musicale per il sostegno al progetto “End polio now”

31/07/2021

La caserma dei Vigili del Fuoco si prepara al trasloco

La vecchia sede non è più adeguata e il Comune avrebbe individuato la nuova, per un trasferimento atteso entro la fine dell'anno. Bocche cucite in municipio sul luogo dove verranno trasferiti mezzi, attrezzature e attività dei numerosi volontari

30/07/2021

«Si faccia presto, ma a Lonato»

Approvata in Broletto, dopo qualche colpo di scena, la mozione Almici, che sancisce per quanto riguarda il depuratore il rispetto, da parte dello Stato, delle decisioni degli organi preposti

30/07/2021

Arte da fuori classe

Un progetto sperimentale coinvolgerà in agosto alcuni studenti del Battisti di Salò nella promozione culturale e turistica della Valle Sabbia

30/07/2021

Ci siamo quasi

Sono ormai in dirittura d’arrivo i lavori per la nuova palestra di Odolo, che sarà un punto di riferimento per tutti i comuni della Conca d’Oro. A breve il taglio del nastro

29/07/2021

Accesso diretto al mondo del lavoro

Gli studenti che stanno considerando l’iscrizione ai corsi dell’Università di Brescia, avranno quest’anno un’opzione in più, ovvero la Laurea Professionale “Tecniche industriali di prodotto e di processo”

28/07/2021

A Parigi si parla di Brescia e della Valle Sabbia

Un legame culturale, artistico ed economico con la capitale francese da rinnovare attraverso la condivisione di idee e progetti rivolti alla formazione artistica dei giovani

28/07/2021

Italian Roller Games, un valsabbino sul podio

Catanese di nascita e vobarnese di adozione, il giovanissimo Matteo Patanè ha conquistato ben sei medaglie d'argento ai Campionati svolti in Emilia Romagna

28/07/2021

Depuratore, il Prefetto-Commissario accelera

Dopo la scelta di Gavardo e Montichiari per l'impianto e l'incontro con Ato e Acque Bresciane si va spediti verso la convocazione della Conferenza dei servizi. L'inizio dei lavori è previsto per la fine del 2024

27/07/2021

I sindaci: «Uno schiaffo alla democrazia»

Anche gli amministratori comunali non nascondono rabbia e delusione per una decisione “calata dall’alto in maniera autoritaria”. Spenta per protesta la torre civica di Muscoline