02 Aprile 2010, 09.00
Vestone
Calcio Csi

Asco Vestone come la Grande Inter: vince ancora il campionato

Con tre giornate d’anticipo l’Asco Vestone si aggiudica anche quest’anno lo scudetto e si prepara alle provinciali.

Borgosatollo - Asco Vestone0 - 2

La partita che decide il campionato 2009/2010 si gioca a Borgosatollo, immediata periferia di Brescia, sul campo più brutto del torneo. Tra l'impianto d'illuminazione che garantisce buona penombra ed il terreno di gioco a schiena di bue, sembra di essere appena usciti dalla Seconda Guerra Mondiale. Si vedono i segni dei bombardamenti sulle case intorno e i soldati americani che distribuiscono carne in scatola agli indigeni con le pezze al culo. Non che il Comunale di Vestone sia molto meglio, ma almeno yankee in jeep non ne girano.
Guance Rosse deve vincere per aggiudicarsi il titolo con due giornate di anticipo. I locali sono praticamente salvi, ma venderanno cara la pellaccia. C'è da scommetterci. Non si è mai visto che gente della pianura garantisca il 'prego si accomodi' a gente della montagna. Vecchia storia di ignoranza urbana: i borgatari della periferia credono che i montanari siano tutti fermi alla quinta elementare e mungano il bestiame dalla mattina alla sera. Poi succede che se vai in città e chiedi di come vivono in periferia, la risposta è sempre quella: "I borgatari, si sa, è gente analfabeta che ancora dissoda il terreno a colpi di zappa." Se vi può interessare, amici urbani, un aratro che ci avanza noi ce l'abbiamo.
Il primo tempo è uno dei più noiosi mai visti. I Tromboni hanno solo il merito di chiudere bene il cancello, così che i borgatari vedano la porta nemmeno col binocolo. Le trame offensive della capolista sono ingolfate, vuoi per propria imprecisione dovuta forse all'importanza della gara che fa tremare le ginocchia, vuoi per cattiveria difensiva degli indigeni.

Al tè caldo, sul nostro taccuino c'è annotato solo un bel palo su capocciata in mezzo tuffo di capitan Cappa.
La ripresa diventa subito interessante. I locali, incapaci di organizzare una trama offensiva che è una, la mettono sul piano della simulazione ben sceneggiata e dell'offesa geografica, così che in un attimo l'atmosfera diventa nervosa. Guance Rosse, troppo concentrata sulla vittoria ad ogni costo, non abbocca alla tiritera e gioca da Grande Inter: eccellente difesa e, presa palla, ribaltamento immediato del gioco ad innescare gli avanti senza tanta manovra. È così che Bordini, ala dal carattere di ferro battuto, e Flocchini, ala dall'inserimento invisibile, dopo alcuni tentativi disinnescati dalla sorte, firmano l'uno - due che permette agli illuminati valsabbini di portarsi a casa il quarto scudetto in otto anni di militanza. Annotiamo una bella traversa su tiro, l'unico, da fuori dei borgatari. La Dea Bendata e Giusta fa rimbalzare la palla al di qua della linea di porta. Il gol sarebbe stato francamente un insulto.
Rispetto all'anno scorso, i Tromboni hanno segnato di meno, è vero, ma hanno anche subito meno vergogne: 13 in 22 partite. È il dato che ci interessa di più; il paragone con la Grande Inter è legittimo.

Ora, testa ai Provinciali. Vietatissimo sbagliare, amici della Valsabbia, se si vuole arrivare a piantare le tende alle altezze vertiginose della stagione scorsa. È come con la donna: stupirla la prima volta è difficile, riuscirci una seconda è un'impresa. È lì che vengono fuori i Rodolfo Valentino.

Nota a margine. La matematica dice che si possono anche perdere, le due partite che rimangono in calendario (Sporting Montichiari in casa e i cugini del Sabbio Chiese fuori). Il buon senso risponde che conviene invece vincerle per mantenere alta la concentrazione e ben oliati gli ingranaggi che hanno garantito lo scudetto.

Guance Rosse (4 - 4 - 1 - 1): Perotti; Rizzi detto Schicchi, Ebenestelli M., Zorzi, Piccinelli; Flocchini detto Tino, Simone da Bione, Corsini, Bordini detto Mino; Gottardi; Cappa il capitano detto Brucio
Entreranno: Ricci detto Gonzo
All. Crescini detto Ciki

Armando Dell'Oca

L'articolo completo con le pagelle dei giocatori lo potete trovare sul sito www.ascovestoneopen11.it.



Aggiungi commento:
Vedi anche
17/04/2015 15:40:00

Asco Vestone Under 14 alle fasi provinciali La squadra di calcio a 7 giocatori Asco Vestone ha vinto il campionato Csi nella categoria Under 14 ed è quindi ammessa alle fasi provinciali che inizieranno proprio questo fine settimana.

29/04/2009 00:00:00

L'Asco Vestone vince il suo terzo scudetto L’Asco Vestone è campione del girone Elite A 2008/2009. Venerdì 17 aprile la squadra è uscita da Pompiano con la coppa dello scudetto; nulla da fare quindi per l’Intrepida Zanano, la rimonta non gli è riuscita.

22/05/2009 00:00:00

Finale provinciale all’Asco Vestone Provinciali Csi nelle mani dell’Asco Vestone, quattro anni dopo l’ultimo successo targato Generale Marcellotti. Come quell’Asco là, saprà quest’Asco qua, essere protagonista anche ai Regionali?

24/03/2010 12:00:00

Asco Vestone a un passo dallo scudetto I vestonesi dell’Asco faticano nel primo tempo ma nella ripresa hanno la meglio contro i cittadini dello Scaglioni e si portano a tre punti dallo scudetto.

26/04/2012 12:00:00

In semifinale L'Asco Vestone vince “il set” nella partita di ritorno con lo Scaglioni ed approda alle semifinali provinciali



Altre da Vestone
03/05/2021

Al via le iscrizioni per la Ivars Tre Campanili

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per la mezza maratona di corsa in montagna di Vestone in calendario il prossimo 4 luglio

03/05/2021

Libri per beneficenza

Sono quelli del professor Ludovico Galli, donati dallo storico stesso all’Associazione Amici della Storia di Vestone. Il ricavato è stato devoluto all'ospedale di Desenzano

(1)
27/04/2021

Caro Andrea...

Sono passati 10 anni ma il mio primo pensiero in ogni giornata “è per Te”, cosi come l’ultima preghiera della sera

26/04/2021

Don Alessio Primo cav. Leali, ecco chi era

Pubblichiamo nella sua forma integrale, il discorso pronunciato a Nozza dal professor Alfredo Bonomi in occasione dell'intitolazione della piazza a don Primo Leali

26/04/2021

La piazza di don Primo Leali

Ricorrenza più speciale del solito, quella del 25 aprile che media e alta Valle Sabbia da qualche tempo festeggiano tutti assieme, a Vestone come centro baricentrico, oppure a Pertica Bassa

24/04/2021

A Vestone con don Primo Leali

In occasione della giornata che media e alta valle Sabbia quest’anno celebreranno a Nozza, ci sarà anche l’inaugurazione di una via intitolata ad uno dei preti valsabbini della Resistenza

24/04/2021

In ricordo di Ivan Roncetti

Anche l'Associazione Artistica Culturale Eridio di Ponte Caffaro ricorda lo scultore valsabbino sempre molto attivo nel sodalizio

24/04/2021

Ciao Ivan

Si è spento nel pomeriggio di venerdì, stroncato dal Covid dopo un lungo ricovero, Ivan Roncetti, persona attiva nel mondo dell’arte e del volontariato valligiano

18/04/2021

Quattro gomme a terra

Sono quelle che si è ritrovata all’auto un’impiegata del “Day hospital” di Nozza. E non è la prima volta