09 Settembre 2012, 12.00
Valsabbia Val del Chiese
Terzo settore

Bando per 110 mila

di red.

Restano pochi giorni ancora per poter partecipare a due bandi proposti dalla Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella a favore di enti ed associaizoni del territorio.

 
Scadono tra pochi giorni, esattamente il 25 settembte, i due bandi promossi dalla Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella per l’assegnazione di contributi liberati ad enti ed associazioni che operano sul territorio.
Con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo del territorio e di stimolare la nascita di progetti innovativi sul piano culturale e sociale, il Consiglio di
 
Amministrazione presieduto da Andrea Armanini ha infatti stanziato 110.000€ da assegnare secondo i termini previsti dai due bandi:
- Bando per investimenti materiali
Attraverso questo bando il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale mette a disposizione di enti ed associazioni locali contributi per un totale di 40.000€ per contribuire al finanziamento di opere di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico, storico e ambientale; costruzione o ristrutturazione di edifici; acquisto attrezzature o automezzi.
 
Il contributo riconosciuto ad ogni singolo ente o associazione potrà ammontare al massimo a 10.000€ e comunque non potrà superare il 50% della spesa sostenuta dall’ente o associazione.
 
- Bando per progetti formativi, culturali e sociali
In questo caso il Consiglio di Amministrazione ha deciso di mettere a disposizione degli enti e delle associazioni del territorio che intendono proporre progetti culturali o formativi o di utilità sociale un plafond di 70.000€.
 
Anche in questo caso è stato stabilito l’importo massimo erogabile ad ogni singolo ente o associazione: il contributo potrà ammontare al massimo a 10.000€ e comunque non potrà coprire più del 70% (per i progetti formativi e culturali) e più del 50% (per i progetti in ambito sociale) dei costi complessivi sostenuti dall’ente/associazione.
 
In entrambi i casi le domande devono essere presentate alla Cassa Rurale entro e non oltre il 25 settembre 2012.
La modulistica è disponibile presso ogni filiale e sul sito www.lacassarurale.it.
I due bandi si vanno ad aggiungere a quello aperto in primavera attraverso cui la Rurale ha destinato 200.000 € al sostegno dell’attività ordinaria di circa 400 enti ed associazioni.
 
 


Aggiungi commento:
Vedi anche
07/04/2017 09:35:00

120 mila euro a sostegno del territorio La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella apre i bandi per enti e associazioni, con la novità della modalità “semplificata” per singoli eventi e "ordinaria" per attività più strutturate

12/10/2017 12:59:00

Percorsi formativi: 80 mila euro dalla Rurale La Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella investe nella realizzazione di progetti in ambito formativo, culturale e sociale e per investimenti materiali. Il termine di presentazione per enti ed associazioni è fissato per il 6 novembre

26/09/2014 13:48:00

Valorizzazione del patrimonio e progetti di utilità sociale Anche per il 2014 il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella ha approvato due bandi  che sono stati aperti venerdì 19 settembre

22/01/2018 17:03:00

«Conosci la tua Cassa Rurale» Ancora pochi giorni per iscriversi al percorso formativo per soci e clienti promosso dalla Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella

21/08/2020 08:00:00

Bandi per le associazioni Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella e Cassa Rurale Adamello: 140.000 euro a favore delle associazioni del territorio per il sostegno di investimenti materiali e progetti in ambito formativo culturale e sociale



Altre da Valsabbia
22/09/2021

Caccia, Massardi: «Qualcuno se ne dovrà assumere la responsabilità»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega: “Quanto accaduto è una débâcle senza appello per chi si è affidato alla strategia di approvare il calendario venatoria all’ultimo minuto, forse nella inconsistente convinzione che il TAR non intervenisse così come è intervenuto”

22/09/2021

Caccia sospesa in Lombardia

l Tar della Lombardia ha sospeso almeno fino al prossimo 7 ottobre l’attività venatoria nella regione. Accolto il ricorso della Lac, la Lega per l’abolizione della caccia

22/09/2021

Depuratore, Girelli: «Necessario riprendere il percorso con il territorio»

Il Consigliere regionale del PD Gianni Girelli ha presentato una mozione affinché la Regione chieda al governo di rivedere le decisioni prese e ristabilire un iter istituzionale corretto

22/09/2021

Il ricorso dei sindaci: «Mancano le Valutazioni ambientali e sanitarie»

Presentato lunedì al Tar di Brescia il ricorso contro la nomina del commissario per la depurazione del Garda: «Il Commissario può derogare soltanto alle norme sugli appalti non scegliere la localizzazione»

22/09/2021

L'osteoporosi: cos'è e come si previene

Cos'è l'osteoporosi e come si previene? Scopriamolo insieme alla Dott.ssa Clara Zambarda, reumatologa del Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò

21/09/2021

Il vescovo presenta la Lettera pastorale

Questo giovedì sera al teatro parrocchiale “La Rocca” di Sabbio Chiese l’appuntamento rivolto alle parrocchie della Valle Sabbia in particolare per educatori e catechisti

21/09/2021

«Resistere e generare. La cooperazione sociale tra emergenze e opportunità»

Il tradizionale appuntamento annuale della cooperativa “La Nuvola nel Sacco” si terrà questo mercoledì sera, 22 settembre, in città. Ecco il programma

21/09/2021

Lettori e pandemia, il punto sulle biblioteche

Alessandra Vittici, direttrice del Sistema Bibliotecario Nord Est Bresciano, analizza per noi l’andamento delle biblioteche, in particolare quelle valsabbine, ai tempi del Covid

21/09/2021

Sul fuoco o elettrico?

C’è una convinzione presente nella mente di ogni vero valsabbino: lo spiedo cucinato sul fuoco è migliore di quello cotto in maniera elettrica! Ma è davvero così?

(3)
20/09/2021

Depuratore, si va a Roma. Pronta la trasferta

I manifestanti del Presidio bresciano, ma anche tutti coloro che vorranno unirsi alla protesta, si danno appuntamento a Palazzo Chigi per interpellare di persona i parlamentari bresciani sulla questione del depuratore del Garda