17 Novembre 2012, 08.48
Salò Valsabbia Garda
Scuola

Il Classico a Salò? Teniamocelo!

di Redazione

Non si placa la sete di formazione umanistica per la Valle Sabbia e per il Garda che gravitano attorno alla sede del salodiano Liceo Fermi.

Riceviamo e pubblichiamo una nota che giunge al Liceo Fermi di Salò.
 
L'’anno scolastico avviato ha visto il rientro in sede del Dirigente Scolastico titolare dell’istituto, la Prof.ssa Maria Gabriella Podestà.
Molti sono i progetti che il Dirigente intende consolidare e mettere in campo per il potenziamento dell’istituto liceale gardesano, tra i quali la possibile conservazione dell’indirizzo classico.
Già lo scorso anno, gli amministratori dei 38 comuni interessati avevano sostenuto con grande forza la necessità della permanenza sul territorio di tale opportunità, evidenziando come “negare a un territorio come il nostro la presenza del classico significa non avere lungimiranza, e, soprattutto, negare il diritto fondamentale della pluralità di scelta”.
In effetti,  a 30 chilometri da Salò, ci sono sia lo storico istituto Arnaldo a Brescia e a Desenzano (20 km) il Bagatta. 
Tuttavia per molti studenti  che risiedono in paesi della Valle Sabbia e dell’Alto Garda, aumentando la distanza,  si concretizzerebbero trasferte comunque onerose nella tempistica .
L'esigenza della formazione umanistica è viva e centinaia di studenti, passando attraverso i banchi del Classico di Salò, sono diventati eccellenti professionisti. A volte sono gli stessi che auspicano, data la loro positiva esperienza personale, che anche altri giovani possano beneficiare di un così valido strumento formativo.

Nell’attività di orientamento che, come ogni anno, il liceo rivolgerà agli studenti in uscita dalle scuole medie ed alle loro famiglie sarà presente anche quest’anno dunque l’indirizzo del liceo classico. La  normativa prevede parametri rigidi per la concessione delle classi prime (25 allievi): dipenderà pertanto dalle decisioni delle famiglie la possibilità dell’avvio della classe.  “Comprendiamo la situazione –afferma la Prof.ssa Podestà- ed è nostra intenzione collaborare con le famiglie perché, in assoluta trasparenza, i ragazzi possano scegliere con serenità gli studi per i quali si sentono inclini.
Per ovviare al problema che le iscrizioni non vengono inviate direttamente al liceo, ma vengono inserite nel sistema elettronico, manterremo rapporti stretti con le famiglie interessate e faremo in modo di metterle in rete tra loro, perché possano condividere tutte le informazioni necessarie prima della scadenza dell’inserimento online.
In tal modo i genitori potranno decidere serenamente e autonomamente se confermare la loro preferenza per l’indirizzo classico oppure optare per altre alternative”.
Le occasioni di incontro con le famiglie saranno molte: nel contesto delle iniziative organizzate dall’Ufficio Scolastico Provinciale sabato 17 novembre  presso L’Istituto “Perlasca” a Idro e sabato  1 dicembre, presso l’istituto “Battisti” di Salò; inoltre durante gli Open Day promossi direttamente dal Liceo Fermi presso la propria sede, in via Martiri delle Foibe 8 a Salò, Sabato 15 dicembre e sabato 12 gennaio.

 


Aggiungi commento:
Vedi anche
26/05/2021 10:38:00

L'Oreste di Euripide per la Notte Nazionale del Liceo Classico Il Liceo “Fermi” di Salò celebra la Notte del Classico con la presentazione di una nuova regia della tragedia greca

13/07/2016 10:30:00

Sui sentieri della Resistenza Andrà in onda questo giovedì alle 19 su Rai Scuola il video realizzato dai ragazzi della classe 5ª classico del Liceo “E. Fermi” di Salò per il progetto-concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola - Lezioni di Costituzione”, presentato il 2 giugno alla Camera dei deputati

21/11/2014 17:01:00

Il liceo Classico raccontato dai ragazzi Sabato sera a Salò una serata dedicata alla presentazione di questo percorso di studi dai ragazzi che lo frequentano e da chi ha già avviato un percorso universitario

26/02/2013 09:19:00

Appello per il Liceo Classico In una missiva alla dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale gli amministratori del Garda, della Valle Sabbia e della Valtenesi chiedono l'avvio della IV Ginnasio per il prossimo anno scolastico al Liceo Fermi di Salò.

24/04/2012 14:54:00

Salviamo il liceo classico di Salò La battaglia dei genitori e più in generale dell’intera società civile e degli amministratori per salvare il Liceo Classico di Salò finisce in rete.



Altre da Garda
17/09/2021

Depositata l'interpellanza al ministro Cingolani

Al centro i costi dell'opera e le sue conseguenze sul fiume Chiese. Nel frattempo il presidio al Broletto prosegue, e questa domenica si terrà un'assemblea pubblica dei volontari

17/09/2021

Uno sportello anti violenza anche in Valle Sabbia

E’ stato inaugurato a Sabbio Chiese, la cui comunità è in lutto per la scomparsa di Giusi, uccisa dal marito mentre usciva di casa. Sarà un aiuto concreto per le donne vittime di violenza, anche nella prevenzione

16/09/2021

Strade chiuse, passa la Colnago

Domenica mattina anche le strade della Valle Sabbia saranno temporaneamente chiuse al traffico per il passaggio della granfondo ciclistica

16/09/2021

Società Canottieri Garda: 130 anni per lo sport

Il Rotary Valle Sabbia in visita alla società sportiva salodiana, che accoglie numerosi soci valsabbini

13/09/2021

Asst Garda, il nuovo direttore generale si presenta

Comincerà con una visita in tutti i presidi dell'Azianda socio sanitaria territoriale il nuovo incarico del dott. Mario Alparone alla guida della struttura gardesana e valsabbina

13/09/2021

Il fronte del Chiese prepara il ricorso

Nel frattempo i comuni di Gavardo, Prevalle, Muscoline e Montichiari predispongono il ricorso contro la nomina del Commissario straordinario. Obiettivo ottenere a breve una sentenza di sospensiva

13/09/2021

Il caso del depuratore approda a Bruxelles

Sollevata dall’europarlamentare dei Verdi Eleonora Evi, la questione della realizzazione del doppio depuratore a Gavardo e Montichiari è giunta in Commissione Europea

12/09/2021

In duemila in piazza contro il depuratore

Una protesta stanziale, ma solidale e piena di vita quella di ieri pomeriggio in città. Striscioni, canti e slogan per difendere il Chiese dal “deturpatore”. E il Presidio non si ferma

12/09/2021

«Qui nessuno ce lo Chiese»

Il titolo della canzone di Luca Rassu ben si addice a riassumere le posizioni espresse dai partecipanti alla protesta contro il depuratore. Il territorio continua a sentirsi escluso da una decisione che lo riguarda così da vicino

12/09/2021

Galeotto il «fonifil»

Nei pressi della villa salodiana un bracconiere 73enne stava cacciando i prispoloni in transito: uccellino protetto, metodi e periodo proibiti. Così l’uomo è finito nei guai