01 Dicembre 2012, 10.33
Fotovoltaico

Tecnologia LSC

Pochi giorni fa Eni ha inaugurato la prima pensilina fotovoltaica basata su una tecnologia innovativa che sfrutta l'energia solare attraverso concentratori solari luminescenti


La pensilina fotovoltaica Eni e’ stata sviluppata da Eni presso il proprio Centro Ricerche per le Energie Non Convenzionali – Istituto Eni Donegani di Novara, dedicato alle fonti energetiche non convenzionali, comprese fonti rinnovabili.
Al progetto partecipa anche Enipower, societa’ Eni che opera nella generazione di energia elettrica e nella produzione di celle e moduli fotovoltaici.
 
L’impianto sarà posizionato all’aperto per essere testato, e in questa fase verrà dedicato al parcheggio di mezzi a mobilità elettrica, consentendo la ricarica delle batterie proprio attraverso l’energia elettrica generata dai pannelli.
 
Ma come sono fatti questi innovativi pannelli?
I pannelli, o concentratori solari luminescenti (LSC, Luminescent Solar Concentrators), sono costituiti da lastre di materiale trasparente (plastico o vetroso), all’interno del quale sono dispersi coloranti fluorescenti.
Questi ultimi assorbono parte della luce solare e la riemettono all’interno della lastra. La radiazione emessa viene poi condotta verso i bordi della lastra e concentrata su piccole celle solari, in grado di trasformarla in energia elettrica.
La pensilina fotovoltaica Eni e’ in grado di produrre circa 500 Watt nominali di energia elettrica generati da 192 lastre fotovoltaiche trasparenti gialle.

Le possibili applicazioni previste a breve termine
Secondo quanto dichiarato dal Presidente e Amministratore Delegato di Enipower Giovanni Milani, i principali utilizzi sono previsti nel settore edilizio perchè questa nuova tecnologia andrebbe a sostituire le lastre di plexiglass o vetro degli edifici.
Un’altra applicazione potrebbe essere quella che va a sostituire le pensiline delle soste degli autobus oppure le barriere insonorizzanti delle autostrade e delle ferrovie delle centrali di produzione elettrica.
 
La tecnologia degli LSC offre vantaggi significativi
Rispetto ai tradizionali pannelli al silicio e ai concentratori solari basati su specchi o lenti, le lastre sono in grado di catturare sia la radiazione solare diretta che quella diffusa, risultando efficienti anche in condizioni di cielo nuvoloso e la loro installazione non pone problemi di orientamento.
Un’altro aspetto vantaggioso è il basso costo che contraddistingue i materiali costitutivi e la minore superficie di silicio richiesta per la realizzazione, a parita’ di potenza.
Infine possono essere utilizzate per realizzare pannelli fotovoltaici trasparenti e finestre fotovoltaiche, rendendo la nuova tecnologia ideale per il suo impiego negli edifici o altri contesti idonei.

Caterina Leo - da classmeteo.com




Commenti:
ID25609 - 01/12/2012 11:54:50 - (Dru) - Queste

sono belle notizie.

Aggiungi commento:
Vedi anche
14/03/2017 16:13:00

«Accelerazione» d'impresa Dall'Aperitivo con il futuro allo spiedo alla bresciana, passando per il Cern di Ginevra. Ecco il "viaggio" nell'innovazione targato Aib Zona Valle Sabbia - Lago di Garda

30/03/2015 07:01:00

Internet ancora sottovalutato dalle imprese in Valle Sabbia Sono  pochissime in Valle Sabbia le aziende che riconoscono il web come strumento di vendita comunicazione ed un reale valore aggiunto nelle strategie di comunicazione

18/09/2010 12:00:00

Autunno energetico Lunedì ad Agnosine un convegno sul fotovoltaico, per conoscerne meglio la tecnologia ma anche gli incentivi e il ritorno economico.

09/06/2014 07:42:00

Stampanti 3D, il sogno americano è al Perlasca di Vobarno La scuola torna ad essere un passo più avanti dell'industria e succede qui, a Vobarno, con le stampanti 3D "autocostruite" nel laboratorio di meccanica. Un'innovazione per ora solo sognata dalla potente America di Obama

27/10/2015 10:53:00

Digitalmente abili, la tecnologia come ausilio alla vita quotidiana Si terrà questo mercoledì sera presso la biblioteca civica di Gavardo un incontro aperto al pubblico dedicato all’alfabetizzazione digitale e alla cultura dell’innovazione



Altre da Scienza e Tecnologia
23/08/2021

Cose da sapere sullo sviluppo web

Al momento lo sviluppo web ha attirato l’attenzione di molti. Ma perché?

14/06/2021

Ripartono i corsi creativi

Il FabLab Valle Sabbia riprende le sue attività e organizza per l'estate alcuni corsi per adulti e bambini

03/06/2021

Protesi avveniristiche? Le ultime innovazioni lasciano senza parole

Le perdite di arti sono sempre più frequenti e dovute spesso a sgradevoli incidenti

15/05/2021

Un gioco, una vita

Alcuni attimi segnano la nostra vita per sempre, ma ci sono alcuni giochi la cui trama resterà per sempre dentro di noi. E proprio oggi, 15 maggio, un gioco ritorna nell’Olimpo

22/04/2021

Twitch, il possibile futuro televisivo

“Un posto dove si può fare ciò che più amiamo”. Sembra poco, eppure è la formula vincente per una piattaforma riscoperta, che probabilmente ha ben più potenziale della classica antenna via cavo

13/11/2020

Assistenza a distanza: si può, anzi si deve!

Vista l'emergenza in corso, torna ancora più attuale l’utilità dello strumento di monitoraggio a distanza “ComeSto” offerto gratuitamente dal Rotary Valle Sabbia e realizzato da Appocrate

28/10/2020

Assicurazione iphone 11: cosa copre e perché conviene

In Italia, ogni anno, sempre più persone acquistano prodotti Hi-tech. La nostra vita è legata a questi dispositivi 24 ore su 24. Di giorno e di notte. Per lavoro o svago

22/10/2020

Raccolta rifiuti a Garda Uno

Il nuovo affidamento del servizio sarà operativo dall’inizio del prossimo anno ed avrà una durata di 12 anni

26/09/2020

Telefoni muti

A non funzionare nella zona del Savallese sono i telefoni cellulari "non smartphone", quelli utilizzati soprattutto da persone anziane che così rimangono isolate

19/08/2020

Software contabilità: cos'è e perché ogni azienda dovrebbe averne uno

Ogni attività, per avere successo ed essere sempre competitiva, ha bisogno del corretto funzionamento dei vari reparti, da quello operativo a quello amministrativo