21 Gennaio 2013, 07.00
Odolo
Tecnologia

Zattere di salvataggio

di Ubaldo Vallini

A Odolo sono attivi due hotspot che permettono agli utenti di navigare gratuitamente col telefono cellulare in Internet. Sono compatibili con un protocollo sviluppato dalla protezione civile

 
Per il momento tutti preferiscono paragonarle a "isole", ma in caso di bisogno possono diventare "zattere di salvataggio".
Il mare di cui parliamo è quello di internet, che a Odolo proprio in questi giorni è diventato pubblico.
Nel centro della Conca d'Oro, infatti, sono stati attivati due hotspot wi-fi dove è sufficiente possedere un telefono cellulare per navigare gratuitamente nella rete.
 
Si tratta dell'area del Parco Rinascita, dove soprattutto d'estate da qualche tempo fioriscono numerose le iniziative che coinvolgono in particolare i giovani, e di Piazza Avis, centrale rispetto al paese, dove gli odolesi si ritrovano e dove viene allestito il mercato settimanale del martedì.
«Sarà così in via sperimentale per qualche mese, poi decideremo se attivare lo stesso sistema anche in altre zone» ci ha detto il sindaco di Odolo Fausto Cassetti.
 
Funziona così: quando entri nel raggio d'azione dell'hotspot con un telefono cellulare dotato di connessione wireless, ti viene segnalata la possibilità di navigare gratuitamente in Internet.
Se accetti, il sistema automaticamente ti invia un sms con le indicazioni per entrare nella rete.
La registrazione è indispensabile per tracciare ogni connessione, condizione legata alla sicurezza per altro obbligatoria per legge.
 
«Si tratta ovviamente di una rete protetta - aggiunge Cassetti -, dalla quale non è possibile accedere a siti di dubbia moralità. Tanto più che potranno navigare anche i ragazzini».
 
Il sistema degli hotspot, anche gratuiti, è ormai piuttosto diffuso. Quello che distingue l'impianto odolese dagli altri è la sua capacità di interagire con il progetto D.eme che sta per Dorsale Emergenza, protocollo dell'associazione radioamatori Ari di Brescia sviluppata in collaborazione con la Provincia, con il Dipartimento di Protezione civile e con la Bonazzoli Telecomunicazioni.
Una convenzione che mettendo insieme le peculiarità della trasmissione di dati attraverso le onde radio e la fibra ottica, è in grado di funzionare anche in caso di calamità naturali.
 
«Il campanile di San Zenone da una parte riceve ed invia il segnale wireless ai due hotspot, dall'altra fa lo stesso via radio con una postazione sistemata in montagna, che rimanda sempre via radio il segnale ad una centrale dove il collegamento alla rete è garantito dalla fibra ottica - ci semplifica Diego Bonazzoli, che ha sviluppato il sistema -. Grazie a postazioni autoalimentate, se a Odolo dovessero verificarsi l'interruzione delle linee telefoniche e di quelle elettriche, i due hotspot sarebbero comunque in grado di connettere i telefoni cellulari al resto del mondo».
 
Ed ecco come le due isole possono diventare zattere di salvataggio.
E con le emissioni radio come la mettiamo?
«Nessun timore - assicura Bonazzoli - ogni antenna non irradia più di quello che fa un comune telefono cellulare».
 


Aggiungi commento:
Vedi anche
18/02/2018 08:00:00

Corsi gratuiti per gli operatori dell’accoglienza Si tratta di alcuni corsi formativi che verranno attivati in Valle Sabbia grazie al progetto Valli Resilienti promosso dalla Comunità Montana di Valle Sabbia. Iscrizioni gratuite fino ad esaurimento posti

26/03/2015 19:06:00

Odolo, la terra più straniera d'Italia Stranieri a Odolo, gli abitanti che arrivano da oltre confine sono 538 sul totale di 2.017, un poderoso 26,7%. Una percentuale da record nazionale

02/05/2017 06:31:00

Il Museo del Ferro di Odolo Il viaggio di Emanuele Busi nella stroia della Valle Sabbia alla ricerca delle peculiarità che rendono interessante l'idea di costituire un ecomuseo, passa oggi da Odolo

11/04/2020 07:55:00

Venerdì nero in Valsabbia, con sette decessi La Valle Sabbia fino a qualche giorno fa sembrava un'area fortunata, rispetto al resto della provincia, ma si sta riscoprendo altrettanto fragile

25/05/2021 18:19:00

Libri scolastici gratuiti per gli alunni del Perlasca Il progetto è rivolto agli studenti delle classi prime, seconde e terze superiori. Adesioni entro il 31 Maggio



Altre da Odolo
21/09/2021

Cade dal cassone e vola via in elicottero

Infortunio sul lavoro all’interno della Ferriera Valsabbia di Odolo. A farne le spese un camionista sessantenne di Caserta

21/09/2021

Una giornata al lago

È quella che hanno vissuto alcuni ospiti della Rsa di Odolo accompagnati dal personale e da alcune volontarie

09/09/2021

Si conclude con «Ahi Maria!»

Ultimo spettacolo in cartellone per la rassegna estiva Acque e Terre Festival che vedrà ancora una volta sul palco Paola Rizzi nei panni dell'inossidabile signora Maria

31/08/2021

Ecco i soldi per il bunker

Un milione di euro per realizzare un bunker alla Iro capace di contenre i fumi radioattivi dell'incidente del 2018. Ancora però dev'essere approvato il progetto

28/08/2021

Odolo solidale

La casa odolese di Atullah Solozai è vicina a quella del sindaco, Fausto Cassetti: «Una famiglia di persone tranquille, gran lavoratori gli adulti, apprezzati in azienda, figli educati e rispettosi, come dei nostri se ne vedono pochi» ci dice

28/08/2021

Un filo diretto con Kabul

L'intera comunità odolese in apprensione per Lailamah e il piccolo Abdallah, nato solo pochi mesi fa a Gavardo. Sono scampati per poco all'attentato, ma non sono riusciti a rientrare in Italia. Alla Giovanni Pe abbiamo incontrato papà Atullah

22/08/2021

Un principe rinascimentale

Riceviamo e pubblichiamo volentieri, dedicati al Gian, questi versi

22/08/2021

L'ultimo saluto al Gian

La valsabbia intera, commossa e riconoscente, del lavoro e degli affetti, ha accompagnato Gian Brunori nel suo ultimo viaggio

19/08/2021

Gian Brunori se n'è andato

E’ stato fra i fondatori di Ferriera Valsabbia. A pieno titolo va annoverato fra i grandi imprenditori che con intelligenza e perseveranza hanno portato l’industria odolese alla ribalta internazionale

17/08/2021

Visite guidate ai piccoli musei valsabbini

Un’occasione per i turisti ma anche per i residenti quella di poter visitare alcuni dei musei del Sistema museale valsabbino grazie agli studenti del progetto “Arte da fuori classe”.

boxlat.inc.html
Odolo, il paese la sua gente

La Fucina di Pamparane

14/04/2020

Inaugurato ufficialmente nel 2008 il muncipio di Odolo è ubicato in via Dino Carli al civico numero 62.
Si trova in un fabbricato che tradisce le sue origini settecentesche (1)

14/04/2020

La chiesa parrocchiale che Odolo dedica a S. Zenone fu eretta nel 1667 sullo stesso luogo dove preesisteva una costruzione risalente al XIV secolo

14/04/2020

Si tratta di un “Museo del Ferro” che fa parte del Circuito museale della Valle Sabbia. E’ collocato al civico 2 di via Massimo d'Azeglio. Locali donati dall’imprenditore Dario Leali al Comune di Odolo che si propongono di evocare il sapere dei forgiatori odolesi