01 Giugno 2016, 11.36
L'Eco del Perlasca

«Eratostene 2016»

di Martina Prandini 3° Liceo

La classe terza liceo scientifico, guidata dal Prof. Genesio Fusi, ha aderito al progetto “Eratostene 2016”, organizzato dall'Inspiring Science Education (ISE) e finanziato dalla Commissione Europea (FP7)


Il progetto «Eratorstene 2016» consisteva nel riprodurre l'esperimento compiuto da Eratostene più di 2000 anni fa.

Iniziamo col dare qualche informazione su questo grande scienziato dell’antichità e sul suo sensazionale esperimento.
Eratostene nacque a Cirene nel 275 a.C. e morì ad Alessandria d'Egitto nel 195 a.C.

Egli fu il primo a calcolare approssimativamente il raggio della Terra senza l'utilizzo degli strumenti moderni a nostra disposizione. Il raggio terrestre da lui calcolato nel 230 a.C. corrispondeva a 6314 km; la misura di Eratostene non si discostava molto da quella calcolata nel 1960 da Fischer, il quale stabilì che il raggio equatoriale fosse di 6378 km e quello polare di 6357 km. Eccezionale vero?
Con i mezzi a disposizione all’epoca il grande scienziato non poteva che far ricorso a tutto il suo ingegno. E così si appellò alle sue conoscenze in ambito geometrico e trigonometrico.

Eratostene sapeva che a Siene (una città dell’antico Egitto, attuale Assuan) a mezzogiorno del solstizio d’estate il Sole illumina il fondo dei pozzi. Questo fenomeno dipende dal fatto che, trovandosi Siene sul tropico del Cancro, i raggi del Sole cadono esattamente perpendicolari al suolo.
Quindi, in quel momento, un bastone piantato verticalmente a terra non proietta nessuna ombra: il sole è allo zenit.

Nello stesso giorno Eratostene fece misurare l’ombra dello gnomone ad Alessandria, una città che, secondo le sue conoscenze, si trovava a nord di Siene, sullo stesso meridiano, a una distanza di 5000 stadi (1 stadio circa 185 m ).
Grazie a tale misurazione egli stabilì che la direzione dei raggi solari formava un angolo di 7,2° con la verticale, cioè 1/50 di un angolo giro.
Da questo esperimento Eratostene dedusse che la circonferenza della Terra doveva essere 50 volte la distanza tra Alessandria e Siene, quindi 250 000 stadi, equivalenti a 39 000 km. Dalla misura della circonferenza (C) della terra egli dedusse poi la misura del raggio.


 
E ora veniamo a noi.

Poiché nessuna scuola che ha aderito al progetto era situata alla nostra stessa longitudine, ad una distanza maggiore di 200 km, abbiamo preso come riferimento un'ipotetica località posta sull'equatore con longitudine pari alla nostra.
Tale località è situata nello stato del Gabon ad una distanza di circa 5085 km.

Il fatto di considerare l’equatore e non il tropico del Cancro era legata alla scelta dell’equinozio di primavera al posto del solstizio d’estate come giorno in cui misurare l’ombra.
E proprio il 21 marzo, giorno dell'equinozio di primavera, alle ore 12:20, ora del mezzogiorno locale, è stata misurata la lunghezza dell'ombra dello gnomone, ovvero un'asta alta un metro, ombra che i raggi solari proiettavano a terra.
La misura eseguita è risultata di 98 cm.

Attraverso dei calcoli eseguiti utilizzando questi dati si è dedotto che l'angolo (α°) con cui i raggi del sole proiettavano l'ombra era di 44,4213°.
Infine con la proporzione 360° : α° = circonferenza terrestre: distanza Idro-Gabon abbiamo ottenuto la lunghezza della circonferenza della Terra e successivamente il raggio della misura di 6559 km.

Il prossimo anno riproveremo ancora
questa esperienza per migliorare l’accuratezza dei nostri calcoli.
Una cosa possiamo dirla con assoluta certezza: Eratostene era davvero geniale!

Martina Prandini 3° Liceo



Vedi anche
11/11/2019 15:15:00

Un calcio al razzismo Sono tante le forme di razzismo che possono colpire l’uomo, innescando discriminazioni sociali a danno di gruppi interi di persone. Il caso Balotelli e non solo

13/06/2016 07:10:00

La Rocca d'Anfo Un’esperienza fantastica quella vissuta venerdì 3 giugno scorso dai ragazzi del liceo scientifico G. Perlasca in occasione della giornata della montagna

17/04/2015 07:55:00

Fisica «catturata» allo Scientifico di Idro Il Perlasca ancora sul podio: “medaglia d’oro” ai provinciali e “medaglia di bronzo” ai regionali di un concorso proposto dalla Cattolica di Brescia. E tanti auguri ad Anna

15/06/2021 06:42:00

La poesia premia, anche a... «d'istanza» Due studentesse del Liceo Scientifico del Perlasca di Idro si sono aggiudicate il secondo e il terzo posto al concorso POESIA D’ISTANTI

30/11/2017 08:00:00

A scuola con il geologo Venerdì 20 ottobre 2017 gli studenti del triennio del liceo scientifico del Perlasca di Idro hanno partecipato ad una conferenza dal titolo “A scuola con il geologo” tenuta dal dott. geol. Gianantonio Quassoli, iniziativa promossa dal Consiglio nazionale geologi per la “Settimana del pianeta Terra”.



Altre da Scienza e Tecnologia
23/08/2021

Cose da sapere sullo sviluppo web

Al momento lo sviluppo web ha attirato l’attenzione di molti. Ma perché?

14/06/2021

Ripartono i corsi creativi

Il FabLab Valle Sabbia riprende le sue attività e organizza per l'estate alcuni corsi per adulti e bambini

03/06/2021

Protesi avveniristiche? Le ultime innovazioni lasciano senza parole

Le perdite di arti sono sempre più frequenti e dovute spesso a sgradevoli incidenti

15/05/2021

Un gioco, una vita

Alcuni attimi segnano la nostra vita per sempre, ma ci sono alcuni giochi la cui trama resterà per sempre dentro di noi. E proprio oggi, 15 maggio, un gioco ritorna nell’Olimpo

22/04/2021

Twitch, il possibile futuro televisivo

“Un posto dove si può fare ciò che più amiamo”. Sembra poco, eppure è la formula vincente per una piattaforma riscoperta, che probabilmente ha ben più potenziale della classica antenna via cavo

13/11/2020

Assistenza a distanza: si può, anzi si deve!

Vista l'emergenza in corso, torna ancora più attuale l’utilità dello strumento di monitoraggio a distanza “ComeSto” offerto gratuitamente dal Rotary Valle Sabbia e realizzato da Appocrate

28/10/2020

Assicurazione iphone 11: cosa copre e perché conviene

In Italia, ogni anno, sempre più persone acquistano prodotti Hi-tech. La nostra vita è legata a questi dispositivi 24 ore su 24. Di giorno e di notte. Per lavoro o svago

22/10/2020

Raccolta rifiuti a Garda Uno

Il nuovo affidamento del servizio sarà operativo dall’inizio del prossimo anno ed avrà una durata di 12 anni

26/09/2020

Telefoni muti

A non funzionare nella zona del Savallese sono i telefoni cellulari "non smartphone", quelli utilizzati soprattutto da persone anziane che così rimangono isolate

19/08/2020

Software contabilità: cos'è e perché ogni azienda dovrebbe averne uno

Ogni attività, per avere successo ed essere sempre competitiva, ha bisogno del corretto funzionamento dei vari reparti, da quello operativo a quello amministrativo