23 Maggio 2018, 09.38
Odolo Valsabbia
Opere

A Odolo un «sintetico» targato Raffmetal

di val.

Raffmetal ha annunciato un accordo con l'Ac Odolo che quest'estate porterà alla posa di un tappeto sintentico sull'unico campo "a undici" della Conca d'Oro


Quattrocentomila euro, per posare 7.300 metri quadri di tappeto sintetico sullo stadio comunale “Cordello” di Odolo.
È questa la promessa di Raffmetal, azienda valsabbina del gruppo Silmar impegnata a tradurre in azioni un importante “bilancio sociale” che si rivolge soprattutto al mondo dello sport e alla scuola.

La novità, frutto di un accordo fra l’azienda e l’Associazione odolese che oltre alla “prima squadra” coinvolge nel gioco del calcio circa 200 ragazzi fra i 5 e i 18 anni, è stata rivelata in occasione di un incontro al quale hanno partecipato per Raffmetal il presidente di Raffmetal Orlando Niboli, il responsabile delle attività sportive Angiolino Guerra e quello degli acquisti Sandro Dainesi; per l’Ac Asd Odolo il presidente Andrea Cassetti e il dirigente sportivo Gilberto Rossetti.

«Per noi si tratta di favorire la crescita sportiva e la socializzazione in chiave positiva dei giovani che vivono e crescono in Alta Valle Sabbia» ha detto Orlando Niboli.

Già stabilito anche il cronoprogramma dell’intervento, che comincerà all’inizio di luglio per concludersi entro agosto di quest’anno.
La struttura, raggiungibile percorrendo via Montaer, quella che porta al Parco Rinascita, nella zona è l’unico campo da calcio “a undici” regolamentare Figc.

«Ci piacerebbe che potesse in un prossimo futuro essere utilizzato da un’unica Società per l’intera Conca d’Oro».
L’auspicio è dei dirigenti dell’Ac Odolo, che di fatto già coinvolge moltissimi ragazzi provenienti da Agnosine, Bione, e Preseglie.

Questa nuova opera targata Raffmetal si aggiunge a tante altre realizzate dlla famiglia Niboli: nel 2013 il primo campo a sette a Casto, nel 2015 campo e spogliatoi a Comero, nel 2016 è stata acquistata la valle intera della Regassina perché venisse inclusa nel Parco delle Fucine, lo scorso anno il campo sportivo di Mura.

E altre ce ne sono in programma: un campo sportivo a Vestone e due aree ricreative a Nozza e ad Alone.

Sport, ma anche scuola e formazione, con la realizzazione di laboratori informatici e l’attivazione di progetti formativi che hanno coinvolto finora più di 500 studenti.



Commenti:
ID76126 - 23/05/2018 11:54:00 - (Iva) - complimenti

Complimenti alla famiglia Niboli che è sempre generosa con la Vallesabbia

Aggiungi commento:
Vedi anche
30/06/2019 08:00:00

Campo sintetico da rifare Il manto di erba artificiale del campo di calcio a 11 di Sabbio Chiese, deteriorato dall’intenso utilizzo, verrà risistemato grazie ad un investimento congiunto di Comune, Comunità Montana di Valle Sabbia e Asd Nuova Valsabbia 

13/09/2020 08:00:00

Taglio del nastro per il campo in sintetico Con la Fiera di Gavardo e Vallesabbia è stato ufficialmente inaugurato anche il nuovo campo in sintetico del Centro sportivo comunale, finalmente pronto ad accogliere i giocatori dopo mesi di lavori

11/07/2015 06:18:00

A Comero, Niboli per lo sport Dopo il campo in sintetico di Casto, ecco che arriva anche quello di Comero, sempre grazie al progetto di Responsabilità Sociale di Impresa che Raffmetal ha intrapreso nel 2013. Oggi l'inaugurazione

01/08/2017 10:10:00

Non c'è due senza tre Ed ecco che con un investimento di circa 200 mila euro, dopo quelli di Casto e di Famea, anche a Mura Savallo è arrivato un nuovo campo sportivo 

29/07/2017 13:46:00

Nuovo campo targato Raffmetal Questo sabato 29 luglio viene inaugurata la struttura sportiva polivalente donata dalla famiglia Niboli alla comunità di Mura all’interno del progetto più ampio di responsabilità sociale



Altre da Valsabbia
22/09/2021

Caccia, Massardi: «Qualcuno se ne dovrà assumere la responsabilità»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega: “Quanto accaduto è una débâcle senza appello per chi si è affidato alla strategia di approvare il calendario venatoria all’ultimo minuto, forse nella inconsistente convinzione che il TAR non intervenisse così come è intervenuto”

22/09/2021

Caccia sospesa in Lombardia

l Tar della Lombardia ha sospeso almeno fino al prossimo 7 ottobre l’attività venatoria nella regione. Accolto il ricorso della Lac, la Lega per l’abolizione della caccia

22/09/2021

Depuratore, Girelli: «Necessario riprendere il percorso con il territorio»

Il Consigliere regionale del PD Gianni Girelli ha presentato una mozione affinché la Regione chieda al governo di rivedere le decisioni prese e ristabilire un iter istituzionale corretto

22/09/2021

Il ricorso dei sindaci: «Mancano le Valutazioni ambientali e sanitarie»

Presentato lunedì al Tar di Brescia il ricorso contro la nomina del commissario per la depurazione del Garda: «Il Commissario può derogare soltanto alle norme sugli appalti non scegliere la localizzazione»

22/09/2021

L'osteoporosi: cos'è e come si previene

Cos'è l'osteoporosi e come si previene? Scopriamolo insieme alla Dott.ssa Clara Zambarda, reumatologa del Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò

21/09/2021

Il vescovo presenta la Lettera pastorale

Questo giovedì sera al teatro parrocchiale “La Rocca” di Sabbio Chiese l’appuntamento rivolto alle parrocchie della Valle Sabbia in particolare per educatori e catechisti

21/09/2021

«Resistere e generare. La cooperazione sociale tra emergenze e opportunità»

Il tradizionale appuntamento annuale della cooperativa “La Nuvola nel Sacco” si terrà questo mercoledì sera, 22 settembre, in città. Ecco il programma

21/09/2021

Lettori e pandemia, il punto sulle biblioteche

Alessandra Vittici, direttrice del Sistema Bibliotecario Nord Est Bresciano, analizza per noi l’andamento delle biblioteche, in particolare quelle valsabbine, ai tempi del Covid

21/09/2021

Sul fuoco o elettrico?

C’è una convinzione presente nella mente di ogni vero valsabbino: lo spiedo cucinato sul fuoco è migliore di quello cotto in maniera elettrica! Ma è davvero così?

(3)
20/09/2021

Depuratore, si va a Roma. Pronta la trasferta

I manifestanti del Presidio bresciano, ma anche tutti coloro che vorranno unirsi alla protesta, si danno appuntamento a Palazzo Chigi per interpellare di persona i parlamentari bresciani sulla questione del depuratore del Garda