25 Febbraio 2019, 15.24
Vestone Valsabbia Valtrompia
Valli Resilienti

Coltivare il nocciolo è possibile?

di Redazione

Nel tardo pomeriggio di oggi - lunedì 25 febbraio – in Comunità Montana a Vestone la presentazione al pubblico dello Studio di Fattibilità realizzato dal GAL GardaValsabbia in collaborazione con tre dottori forestali 


È possibile coltivare il nocciolo nelle Valli Resilienti? Questa la domanda alla base dello Studio di Fattibilità realizzato dal GAL GardaValsabbia, in collaborazione con tre dottori forestali: Simone Colombo, per gli aspetti agronomici e di inquadramento, Francesco Natalini, per le analisi GIS e Paolo De Cesero, per gli aspetti ecologici.
 
Attualmente il nocciolo viene coltivato soltanto a scopo "domestico", ma dai dati statistici si può osservare che questa coltura sta suscitando molto interesse a livello mondiale, spinta in particolare dalla domanda dell'industria di trasformazione. Scopo finale del progetto è quindi quello di incoraggiare lo sviluppo di tale coltivazione al fine di generare una significativa economia di riferimento. Lo studio in questione permette agli attori interessati di valutare punti di forza e di debolezza di questo tipo di coltivazione e dei nostri territori, per valutarne l'effettiva fattibilità.
 
La presentazione alla cittadinanza si terrà oggi - lunedì 25 febbraio - alle ore 18.30, presso la Sala Assembleare della Comunità Montana di Valle Sabbia dove il Presidente Giovanmaria Flocchini introdurrà il tema, per poi lasciare la parola a Francesco Natalini che presenterà nel dettaglio lo studio di fattibilità. A conclusione della presentazione, Claudia Pedercini, referente del comparto sociale del Progetto Valli Resilienti, proporrà alcune riflessioni su quanto presentato.
 
L'azione rientra nell'ampio progetto Valli Resilienti, realizzato nell'ambito del programma AttivAree di Fondazione Cariplo con l'obiettivo di dare nuova vita alle alte valli Trompia e Sabbia, valorizzandone le potenzialità culturali, storiche, ambientali e sociali. La "visione" è creare una rinnovata identità locale, attraverso la riappropriazione dei territori e dei loro abitanti, in termini partecipativi, di comunità attiva e di inclusione sociale, per dar vita a un sistema locale integrato, attrattivo e capace di creare un ponte verso la città.

Il progetto, iniziato ufficialmente nel maggio 2017, prevede un insieme integrato di attività intersettoriali che sono già in corso di realizzazione e che è possibile seguire anche tramite il sito e gli account social del progetto: www.attivaree-valliresilienti.it - www.facebook.com/ValliResilienti - www.instagram.com/attivaree_valliresilienti. 
 
 
 
 


Commenti:
ID79787 - 26/02/2019 19:29:33 - (Iva) - BENISSIMO

BENISSIMO MI SEMBRA MOLTO INTERESSANTE QUESTO PROGETTO, COMPLIMENTI

Aggiungi commento:
Vedi anche
14/03/2019 12:00:00

Il nocciolo nelle Valli Resilienti Lunedì 18 marzo la presentazione al pubblico dello Studio di Fattibilità realizzato dal Gal GardaValsabbia in Comunità Montana di Valle Trompia

16/04/2018 09:00:00

Territori che valgono oro Qualità della vita? Per non parlare a vanvera bisogna poterla misurare. E misurare nel tempo. Ecco dunque nell’ampio progetto delle Valli Resilienti il ricorso alla statistica...

17/04/2018 09:15:00

La Valle Sabbia disegna la sua mappa di comunità Domani, mercoledì 18 aprile, in Comunità Montana il primo incontro del processo partecipato per promuovere una nuova geografia della cittadinanza e del territorio

21/03/2018 08:21:00

Laboratorio gastronomico E' andato in scena alla Sosta a Nozza di Vestone il primo appuntamento valsabbino con la gastronomia "targata" Valli Resilienti, che unisce la bravura degli chef alle eccellenze prodotte in Valle

01/05/2018 07:00:00

Il fascicolo digitale d'impresa È in programma per domani, mercoledì 2 maggio, presso la sede della Comunità Montana di Valle Sabbia, a Nozza di Vestone, il seminario organizzato nell’ambito del progetto AttivAree – Valli Resilienti



Altre da Vestone
14/06/2021

Un sanificatore ad ozono per l'Ambulanza

L'hanno donato ai volontari di Vestone alcune associazioni e circoli locali, per aiutare i soccorritori nella quotidiana gestione della pulizia di locali e automezzi nel rispetto delle norme anti contagio

(1)
14/06/2021

Vittorino Prandini e le 150 donazioni

L'avisino, classe 1951, ha raggiunto i limiti di età e donato la sua ultima sacca di sangue. Un traguardo festeggiato con gioia da tutti i presenti, ieri, ai prelievi collettivi a Barghe

13/06/2021

Lavori in corso

750 mila euro. Tanto verrà speso in totale a Nozza per la sistemazione dello stabile che ospita scuola dell’Infanzia, nido e palestra

10/06/2021

Ivars Tre Campanili è Covid Free

Delle precise disposizioni consentiranno una sicura partecipazione di tutti gli atleti alla corsa in montagna in calendario domenica 4 luglio a Vestoe

10/06/2021

«Vestone Sport Art Camp»

Anche l’associazione Free ha una proposta estiva per bambini e ragazzi, all’insegna di sport, arte e divertimento, in piena sicurezza

10/06/2021

«Bambini in movimento»

Il Comune di Vestone propone un mini centro ricreativo estivo diurno per i bimbi della scuola dell’infanzia. Per le iscrizioni c’è tempo fino al 25 giugno, ma solo fino ad esaurimento posti

09/06/2021

Controlli mirati contro l'incidentalità

Numerose le sanzioni sollevate dalla Polizia locale della Valle Sabbia negli ultimi 15 giorni: tanti i veicoli con assicurazione e revisione scadute, guida senza patente o in stato di ebbrezza

09/06/2021

Guglielmo Tonni in mostra a Vestone

Dopo più di un anno riparte l’attività espositiva dell’Associazione culturale “Via Glisenti 43” che ospiterà, fino al 10 luglio, una mostra dedicata all’artista sabbiense

08/06/2021

Quando... i lupi diventano... eroi

Si fanno chiamare “Lupi neri” e lo scorso fine settimana da Vestone hanno raggiungo Varano De Melegari per partecipare a “L’Originale”, manifestazione nell’ambito del Rally degli Eroi. Una trentina gli equipaggi e loro sono arrivati secondi

04/06/2021

«E' importante che i cittadini comincino ad alzare la voce»

In merito alla manifestazione organizzata a Nozza per questo sabato pomeriggio dal "Coordinamento Garda Salute Pubblica" il Consigliere regionale valsabbino Gianantonio Girelli vuol dire la sua