11 Maggio 2020, 10.00
Anfo
Valsabbia nel mondo

La Rocca d'Anfo su Le Monde

di Cesare Fumana

L’edizione online del noto giornale francese alcuni giorni fa ha pubblicato un articolo dedicato alla fortezza napoleonica valsabbina che ha incantato l’architetto Philippe Prost


«La scoperta di un edificio che lo ha segnato per la vita». Così viene scritto nell’articolo pubblicato sabato sull’edizione online di Le Monde, noto e prestigioso giornale francese, in riferimento alla Rocca d’Anfo, la fortezza napoleonica che si affaccia sul lago d’Idro, che ha incantato Philippe Prost, architetto e urbanista parigino, conosciuto per alcuni importanti progetti internazionali.

L’articolo, a firma di Isabelle Regnier, riporta come l’architetto francese abbia scoperto il complesso militare valsabbino durante le ricerche, presso la biblioteca del Genio a Parigi, per la sua tesi sul lavoro degli ingegneri militari, imbattendosi nelle carte del progetto.

Un progetto all’avanguardia per l’epoca, realizzato utilizzando metodologie nuove: «Ho scoperto un piano tecnico con linee di contorno equidistanti. Questo tipo di documento è ottenuto da un'indagine di rilievo, una forma di cartografia che decolla con Gaspard Monge, il fondatore dell'École Polytechnique».

Monge, infatti, è passato alla storia soprattutto per la rappresentazione grafica di carattere tecnico, come padre della geometria descrittiva e codificatore del metodo delle proiezioni ortogonali.

Philippe Prost si chiese, allora, se questo progetto era rimasto sulla carta oppure era stato effettivamente realizzato, e così scoprì dell’esistenza della fortezza in Valsabbia.

A metà degli anni 80 riuscì ad avere il permesso di visitare il sito, allora ancora di proprietà dell’Esercito e fu accompagnato da un militare.

«Ritornerò due volte – racconta Prost – il secondo con una scala che mi permetterà di salire più in alto nella torre, ma non in cima, poiché gli sbarchi sono stati demoliti. Andrò alla biblioteca Firestone dell'Università di Princeton, dove sono stati conservati i libri di lavoro, che scriverò nei minimi dettagli, scriverò un articolo per la rivista italiana Casa Bella, farò una mostra presso Istituto Italiano, che mi porterà a scoprire il modello del sito che è stato tenuto in scatole nel seminterrato degli Invalides».

Prost rimane colpito da questa bellezza architettonica e dall’opera degli ingegneri militari dell’epoca, i primi formati alla scuola del Politecnico di Parigi.

«È la portata dello sguardo che detta l'architettura – sono le considerazioni di Prost –, dalla posizione del sito, alla torre e alle casamatte che si dispiegano nelle fessure della roccia, con i loro coni di vista che spazzano lo spazio. Da questa razionalità emerge una bellezza inaspettata e strana, che non si assocerebbe necessariamente all'architettura militare.
Questa parentesi sarà stata resa possibile dai progressi della scienza e della tecnologia, dal fatto che stavamo costruendo lontano dai confini della Francia, che potevamo permetterci di sperimentare».

A Vallesabbianews questo articolo è stato segnalato da Giovanni Zanolini, valsabbino originario di Livemmo di Pertica Alta, dove ha ancora tutti i parenti e una casa. Lui abita in Francia da 20 anni (vicino a Cannes) e insegna italiano ad Antibes al liceo J. Audiberti.

Lo ringraziamo per la segnalazione e per averci inviato il testo dell’articolo.



Vedi anche
26/10/2019 09:20:00

Finale di stagione stellato La Comunità montana di Valle Sabbia inaugura domenica 3 novembre la nuova Caserma Zanardelli e assegna il Premio “Rocca d'Anfo Je t'aime” allo chef Philippe Léveillé

03/03/2015 07:00:00

Luoghi del cuore, ma abbandonati La Rocca d'Anfo supera i 1000 voti per il FAI, ma è chiusa dal 2011

13/07/2015 08:39:00

Rocca d’Anfo, «un progetto per superare la crisi» Così avevamo intitolato un articolo pubblicato il 13 luglio 2009, raccontando della visita dell'allora neoeletto presidente della Provincia Daniele Molgora alla Rocca d'Anfo, in quei giorni in fermento. Sono passati sei anni

09/05/2017 08:21:00

Rocca: si riparte La riapertura della Rocca d'Anfo alle visite turistiche è stata presentata nel palazzo bresciano della Regione Lommbardia. Sabato prossimo, 13 maggio, il taglio del nastro ad Anfo

28/01/2017 14:53:00

Per valorizzare il Lago e la Rocca d'Anfo

Egregio direttore, innanzitutto ci presentiamo siamo dei cittadini nativi, domiciliati e residenti ad Anfo e simpatizzanti della Rocca d’Anfo e del lago d’Idro..



Altre da Anfo
17/09/2021

Le difese del lago d'Idro

Per questo venerdì sera, l'appuntamento in Rocca ad Anfo, sarà con Sirio Dolcetti, appassionato di storia locale

17/09/2021

Avviso pubblico Comune di Anfo

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico del Comune di Anfo di deposito della Variante puntuale alle norle tecniche di attuazione del Piano delle Regole del vigente Pgt

15/09/2021

Contratto di fiume

A Ponte Caffaro, fra i quattro sindaci dei Comuni rivieraschi e la Federazione di associazioni ambientaliste presieduta da Gianluca Bordiga, è stato sottoscritto un accordo di intenti che mira alla salvaguardia di lago d'Idro e fiume Chiese

07/09/2021

Il futuro della Rocca in vista di Brescia 2023

Nel corso dell’ultimo appuntamento dei Venerdì della Rocca dell’associazione La Polveriera è intervenuto il presidente della Comunità montana che ha illustrato i progetti in corso

04/09/2021

Tre liste per Anfo

Sono tre le compagini che si sono presentate nell'unico Comune valsabbino chiamato alle urne per l'elezione del sindaco e del consiglio comunale il prossimo 3 e 4 ottobre

30/08/2021

Pienone d'agosto, si spera in settembre

L’acqua d’agosto rinfresca il bosco, si dice. Il detto ha un valore quasi assoluto sul lago d’Idro dove il sole ancora caldo da qualche giorno si accompagna oramai ad una brezza frizzantina...

29/08/2021

Una domenica speciale

L'approfondita camminata, lo spiedo con gli alpini, la ricostruzione di un accampamento risorgimentale. Giornata da non perdere quella in Rocca ad Anfo domenica 5 settembre. Da prenotare entro venerdì

27/08/2021

In Rocca sfogliando il Tricolore

L'appuntamento coi Venerdì della Rocca, per questa sera, è con Valotti e Ghedi sullaAppuntamento per questo venerdì sera in Rocca

25/08/2021

Per cinque venerdì consecutivi

Tornano alla Rocca d’Anfo i “Venerdì della Rocca”, ghiotte occasioni culturali per approfondire interessanti tematiche

24/08/2021

Bracconaggio al Baremone

In piena oasi naturalistica gli agenti della Provinciale hanno sorpreso un uomo che aveva appena ucciso un camoscio. Il bracconiere, di Barghe, è stato denunciato

(11)