06 Agosto 2020, 07.49
Anfo
Amministrazioni

«Egregio signor sindaco... »

di Gianpietro Mabellini

Non si placano le polemiche ad Anfo, certo alimentate dalle elezioni non troppo lontane. Dopo la lettera del consigliere dimissionario Oscar Zanardi e quella di risposta del sindaco, pubblichiamo anche quella sottoscritta per il gruppo di minoranza da Gianpietro Mabellini


Egregio signor Sindaco
Comune di Anfo

    Non voglio entrare nelle vostre “beghe” interne ma alcune precisazioni in merito alla sua lettera di risposta all’ ex vicesindaco Zanardi mi sembrano doverose.

• Ricordo che sul volantino della propaganda elettorale della vostra lista la cosa più importante era andare d’accordo, la concordia, il riappacificare il paese, il porre fine alle continue “guerre”.
Devo farle presente che questo è un obiettivo fallito. Non siete riusciti ad andare d’accordo con la minoranza, pazienza la colpa sarà nostra, ma siete riusciti a litigare anche al vostro interno con ritiro di deleghe e dimissioni.
La troppa bontà è riuscita a dividere la stessa maggioranza tanto che, in paese si dice che dal vostro ex gruppo verranno presentate due liste con due candidati sindaco.

• Dalla sua lettera parrebbe di capire che tutto va per il meglio, ma allora come giustifica quanto scrive un suo autorevole collaboratore: “Anfo e’ morto”. Le ricordo che siete voi al comando da quatto anni.

• Inoltre come puo’ esserci la Rinascita di Anfo quando lei stesso dichiara: “Considerato che nel comune di Anfo non sono presenti esercizi di vicinato che non dispongono di tutti i prodotti alimentari o di prima necessita’”.
Dichiarazione molto grave. Lei pensa che una simile dichiarazione ufficiale puo’ incrementare il turismo ad Anfo?. Penso proprio di no!.
Un turista cerca anche le comodità, ma se lo stesso sindaco dichiara che il suo paese e’ in queste condizioni ben difficilmente trascorrerà le sue vacanze da noi.

Ma ecco i fatti piu’ gravi da lei dimenticati, anche se sono convinto che scatenero’ le ire dei soliti

- Si e’ dimenticato, spero non volontariamente, di inserire, nel lungo elenco di cose fatte, quella più importante per un comune come il nostro, cioè la restituzione del contributo regionale a fondo perduto, con progetti già approvati e solo da appaltare, per ben euro 1.500.000, servivano anche per la costruzione del SUPERMERCATO si sarebbe evitata una brutta figura a livello turistico.
I generi di prima necessità ci sarebbero stati. VERO?-
Penso che a nessun comune sia anche Brescia o Milano venga in mente di  restituire un contributo di tale importanza.
 
- Si e’ dimenticato, spero non volontariamente, di inserire, nel lungo elenco di cose fatte, quella più onerosa per un comune come il nostro, la restituzione del contributo non è stata indolore perchè ci siamo trovati a dover restituire anche i soldi già spesi che ammontano a euro 200.000.
Cioe’ il comune di Anfo deve restituire anche i soldi già spesi per acquisto terreni e spese tecniche, garantendo questo debito con una fidejussione bancaria, in fin dei conti, noi tutti, siamo debitori verso la Regione di circa 500 euro a persona, giovani e anziani.
Non commento lascio a Voi!

- Si e’ dimenticato di dirvi, che vista la situazione in cui si veniva a trovare, inviava una lettera alla Regione dove “DICHIARAVA I PROGETTI STRATEGICI PER IL COMUNE DI ANFO”, probabilmente si è pentito ma troppo in ritardo.
La regione non accettava questa dichiarazione, i tempi concessi erano trascorsi,  e la “frittata” era servita.
Non era meglio “fare” i lavori ed evitare queste figuracce?

- Sulla variante al piano si è dimenticato di ricordare che i ricorsi, tra le altre cose, vertono anche sulla votazione a cui almeno un consigliere, forse anche più di uno, non poteva partecipare e senza quel voto non poteva essere approvata la variante.
La questione non è secondaria.

Potrei ribattere altri punti della sua lettera, ma sarebbe sterile polemica mi sono limitato  a segnalare alcune, non secondarie, dimenticanze.
Se questa è un Amministrazione da sostenere e da riconfermare sarà compito dei cittadini di Anfo decidere, noi speriamo di NO e rimaniamo alla finestra con la speranza che, per il bene di Anfo, almeno nella maggioranza regni la pace e la serenità.
Noi, nonostante tutto, ci teniamo alla salute del sindaco e di tutti i cittadini e non brindiamo se uno viene ricoverato in ospedale (ogni riferimento è puramente casuale).

Anfo, 5 agosto 2020.
Per il Gruppo di Minoranza Consiglio Comunale
Gianpietro Mabellini



Vedi anche
01/08/2020 15:26:00

Ma quale amministrazione pinocchiesca Il sindaco di Anfo Umberto Bondoni e la maggioranza che lo sostiene, rispondono con una lettera alle accuse di immobilismo e false promesse lanciate dal consigliere dimissionario Oscar Zanardi

19/07/2014 12:42:00

«Mio malgrado, devo alcune precisazioni in merito. Ci provo» Prosegue il dialogo chiarificatore su alcune vicende amministrative di Anfo fra Gianfranco Seccamani e alcuni lettori.

22/07/2020 07:12:00

«Amministrazione pinocchiesca, mi dimetto» Prima vicesindaco, poi semplice consigliere, Oscar Zanardi ora si dimette dall’Amministrazione comunale di Anfo. Pubblichiamo la lettera consegnata in municipio ed alcune sue precisazioni

23/08/2017 10:29:00

«La doppia verità» Ancora una lettera di Gianfranco Seccamani che ha per tema le scelte amministrative su Anfo. Comune del quale Seccamani è stato sindaco. Questa volta abbiamo chiesto al sindaco attuale di dare una risposta. Pubblichiamo anche quella

14/09/2015 12:00:00

Una proposta per la Rocca d'Anfo A seguito degli articoli apparsi sui giornali, con i quali si comunicava l'apertura della Rocca d'Anfo, mi sono rivolto all'agenzia turistica della Comunità Montana Valle Sabbia, per avere ragguagli sulla partecipazione alla visita



Altre da Anfo
30/07/2021

Altri imperdibili appuntamenti alla Rocca d'Anfo

La più grande fortezza napoleonica d'Italia protagonista anche d'agosto dell'estate valsabbina con eventi sportivi e culturali

26/07/2021

Una festa la gara delle barche di cartone

Grande partecipazione di pubblico alla singolare competizione andata in scena sabato sull’Eridio all’insegna dell’ingegno e della sostenibilità ambientale
• VIDEO

23/07/2021

Inferno, Purgatorio e Paradiso con Lucilla Giagnoni

Si apre nella suggestiva Rocca d’Anfo il percorso dantesco che l’attrice bresciana ha creato in esclusiva ad Acque&Terre per omaggiare il Sommo Poeta nel 700° anniversario della morte

23/07/2021

Barche di cartone, pronta la sfida della Paper Cup

Tutto pronto ad Anfo per la singolare competizione tutta spettacolo e divertimento con le imbarcazioni di cartone per una regata speciale sull’Eridio

19/07/2021

Delta no problem

Sembra prosequire nel migliore dei modi la stagione turistica, che per quanto riguarda le presenze degli stranieri d'estate, in Valle Sabbia, è concentrata soprattutto sull'Eridio

10/07/2021

Studenti guide nei musei della Valle Sabbia

Grazie a un progetto di alternanza scuola-lavoro, quindici studenti del corso turistico del “Battisti” effettueranno alcuni servizi, guide ma non solo, per il Sistema museale valsabbino

09/07/2021

Paper Cup, torna la sfida delle barche di cartone

A fine luglio sull'Eridio, sulla spiaggia di Anfo, la terza edizione della singolare competizione che unisce ingegno e creatività

06/07/2021

Estate Insieme a Cogess

Quest’estate la cooperativa sociale riprende ciò che era stato bruscamente interrotto e lo fa con tre parole d’ordine: inclusione, territorio e cultura. Sabato alla Rocca d'Anfo il primo evento

05/07/2021

L'ultimo saluto a Domenico Bondoni

Oggi ad Anfo i funerali dell’89enne che per molti anni è stato capo cantoniere lungo la strada delle Coste nonché padre del primo cittadino

03/07/2021

Contro la fontana, finisce all'ospedale

Mentre transitava nel centro storico di Anfo una donna con a bordo i nipotini ha perso il controllo del mezzo finendo addosso alla bella fontana in granito