22 Aprile 2013, 07.00
Lettere

A Michela

di Dru

Quello che hai scritto è di fondamentale importanza, hai scritto della radice non hai scritto delle banalità, per questo ti rispondo ora con un mio scritto

 
In questo scritto Dru si riferisce alla breve recensione pubblicata a firma di Michela Peli nei giorni scorsi in un articolo dal titolo: Cosa succede quando si parla?
------------------------------------------------------------

Hai scritto “E’ necessario portare la luce dove vi è la tenebra”, hai scritto il sancta sanctorum di tutto il pensiero umano e della filosofia tutta:

“è necessario portare la luce” dice (o se piace di più, racconta)
“è” l’essere è significa che sta e non diviene
“Necessario” non eludibile ma incontrovertibile cioè che niente e nessuno può smuovere, con vincolo assoluto.
“portare” ciò che l’uomo porta e quindi testimonia con il pensiero di ciò che “appare”
“la luce” la verità

Poi continui così….
“dove vi è la tenebra” dice ( o se piace di più, racconta)
“dove” il luogo della verità tutta
“vi è la tenebra” vi è la contraddizione nella verità. (rimando al mio scritto sulla contraddizione)

Il momento più importante da risolvere in tutto questo scritto sta proprio nelle ultime parole
“è” l’essere è significa che sta e non diviene
“la tenebra” è tutto ciò che ha cercato di velarne il significato, il divenire dell’essere che può (=volontà, potere) se diviene dal nulla venire e nel nulla andare, ma che in quanto divenire non può infine stare perché la sua contraddizione (= il divenire dello stare) si risolve nel suo non esistere come contenuto.

Allora la tenebra se è l’orrido più profondo e quello suscitato per primo proprio dal significato dell’essere o “è” ,questo significato, l’essere appunto, respinge via e gli si oppone che nulla e nessuno (l’incontrovertibile appunto) può unire.

Il Babbuino urla contro il Leone e questo suo urlo provoca un effetto (=mostra l’apparire)
Se il Babbuino urla abbastanza il Leone si allontana
Se l’urlo del Babbuino non convince il Leone il Leone mangerà il Babbuino
Ma che l’urlo sortisca uno o l’altro effetto (=mostri l’uno o l’altro apparire) ciò che sta è il Babbuino il Leone e l’urlo che li unisce per l’eterno.

Ritengo allora di dire a Michela che il silenzio come l’urlo sono due eterni ma la testimonianza di ciò che appare necessita della parola, combattere contro la parola, combattere contro qualsiasi parola, giusta o sbagliata che sia (qui si apre una grande problematica che dovrebbe essere argomentata ma non c’è lo spazio, io non reputo alcuna parola o giusta o sbagliata) fa il gioco della tenebra, non le appare Michela?

Dru
 


Commenti:
ID31218 - 22/04/2013 08:49:40 - (sonia.c) - dal punto di vista filosofico ..

lei avrà molte ragioni,che non sono in grado di confutare..ma non siamo tutti come lei. l'essere umano ha bisogno di parole che lo guidino negli aspetti concreti della vita... la discussione come la intende lei ,non è per tutti! la conferma la trovo ogni giorno nella babele dei blog, diventati più una forma di inutile e dannosa fonte di disinformazione.come ha scritto leretico,da sempre, l'uomo ascolta gli oracoli con l'orecchio che più gli fà comodo! mentre ci sono esempre ci dovranno essere punti fermi,su cui non si possa più di tanto "cavillare"..il dubbio al giorno d'oggi,non è più fonte di prudente riflessione ma -continua

ID31219 - 22/04/2013 08:51:27 - (sonia.c) - continua-

ma tentativo di destabilizzare per poter manipolare menti giovani e ingenue.

ID31223 - 22/04/2013 09:04:08 - (Dru) - non è con il silenzio

Sonia, che risolverà il suo problema.

ID31233 - 22/04/2013 12:22:11 - (Capitano) - il silenzio è una virtù

e non è per tutti.. I più preferiscono fare caos, fracasso.. ma è solo quando il silenzio o il fracasso si interrompono che si inizia a sentire. A quel punto hai 2 opzioni: o continui a sentire o inizi ad ascoltare. Ma chi è abituato al frastuono difficilmente ascolterà in silenzio.. Allora forse la gente non ascolta più perchè non è più abituata al silenzio. Preferisce sentire. Diventa facile poi dire quello che gli altri vogliono sentire..riesci a convincerli tutti..meno quelli che non hanno niente da dire e che invece preferiscono ascoltare..

ID31236 - 22/04/2013 13:54:26 - (Dru) - sicuramente

Non obietto affatto che il rumorosissimo silenzio corrisponda al rumorosissimo blaterare, ci mancherebbe: ogni technica appena detta ha come scopo quello di farsi ascoltare, quando questi due sono mezzi. Il problema sorge nel momento in cui da mezzi divengono scopi.

ID31237 - 22/04/2013 13:57:36 - (Dru) - ecco quindi

Che insegnare all'ascolto è buono, insegnare al silenzio già di meno.

ID31246 - 22/04/2013 17:20:39 - (michela) - Michela

Tengo a precisare di non essere una filosofa e di non voler insegnare niente a nessuno. Sono semplicemente una lettrice che ha ritenuto utile segnalare un libro che mi ha fatto riflettere su alcuni aspetti inerenti alla parola. Quello che ho riportato in fondo alla recensione l'ha scritto Vico di Varo nel suo libro "L'Arte del Silenzio e l'Uso della Parola" e l'ho fatto solo perch penso che il modo in cui viviamo valga pi di quanto e come parliamo.

ID31248 - 22/04/2013 18:21:06 - (Dru) - Vede Michela

Quello che lei tiene a precisare, cioè di non essere una filosofa, non fa parte della sfera della filosofia, filosofia chè "attenzione per ciò che sta in luce", ma fa parte della sfera della fede, fede chè "attenzione per ciò che non sta in luce", cioè in definitiva lei vuole convincere non mostra alcunchè di lei. Quello che ha scritto non è né suo né di Vico di Varo, ma di tutti indistintamente, lei è stata comunque brava a coglierlo e testimoniarlo. Il mondo in cui viviamo vale e come parliamo è una parte del mondo in cui viviamo, non crede ?

ID31249 - 22/04/2013 19:12:09 - (michela) -

Scusi se mi permetto ma io ho scritto "il MODO in cui viviamo" e non "il MONDO in cui viviamo". Comunque ovvio che come parliamo fa parte di come viviamo; intendevo precisare che per me pi importante il fare del parlare ed pi efficace il buon esempio di tante parole.

ID31250 - 22/04/2013 19:14:08 - (Dru) - A Sonia

Ci sono blog e blog, c'è la luce e c'è la tenebra, non tutti i blog sono tenebra, non tutti i blog sono luce, ma dove sta la luce lì si mostra la verità testimoniata dalla filosofia, dove c'è tenebra lì sta la verità testimoniata dalla fede, poiché luce o tenebra la verità è tutto, o come dice Leretico il mondo che ci appare, o come dice Michela, il mondo che vale. il mondo che vale o che ci appare è tutto e questo noi vediamo anche se non siamo in grado( qui sta l'illusione delle cose in Parmenide) di vedere tutte le cose. Tutte le cose sono di meno del tutto, sono le parti del tutto che appare e Parmenide già osservava questo.

ID31251 - 22/04/2013 19:17:31 - (Dru) - Avevo inteso modo

Ma il modo non le sembra lo stesso del mondo ? Cioè " fare" le cose non è forse alla base della costruzione di questo Mondo ?

ID31252 - 22/04/2013 19:20:42 - (Dru) - Lei non crede

che facciamo anche le parole ?

ID31253 - 22/04/2013 20:02:08 - (Dru) - Dunque

Quando lei scrive " è più importante il fare del parlare" non le sembra un non senso alla luce di quanto ho esposto ?

ID31254 - 22/04/2013 20:28:24 - (Dru) - Infine per Sonia, ma mi piacerebbe che Michela mi rispondesse o affermativa,ente ocnegativamente....

"Dal punto di vista filosofico" ė il punto di vista, ogni altro punto e ogni altra vista gli è eccentrico, malgrado ogni possibile sforzo che ogni altra disciplina umana, che è per forza di cose sua figlia,tenti nell'opporvisi per prendere il suo posto.

ID31263 - 23/04/2013 16:04:36 - (michela) - a Dru

Spiacente, non posso rispondere perch i suoi ragionamenti sono complessi e non li capisco. Comunque la ringrazio per la lettera e per gli altri commenti. Se non altro hanno stimolato delle riflessioni, a me e credo anche a tanti altri lettori.

Aggiungi commento:
Vedi anche
18/03/2021 07:41:00

«Risparmiare è possibile» Buongiorno direttore, condivido tutto quello scritto sotto il titolo “Più attenzione alla raccolta differenziata“ scritto dalla signorina Federica Ciampone; tranne la frequenza per lo svuotamento dei cestini stradali ogni 15 giorni

02/10/2013 07:13:00

Ora è più chiaro L'argomentazione di questa lettera riguarda i lavori di sistemazione delle aree a lago di Ponte Caffaro, di cui abbiamo già scritto. Pubblichiamo volentieri

17/11/2018 15:29:00

Di contraddizione in contraddizione Quando scrivo: “il rosso non rosso” cosa appare? Appare la contraddizione. Se dicessi che non appare nulla, negherei che “il rosso non rosso” sia stato scritto. Eppure, è lì da vedere, l’ho appunto scritto. Così anche in politica...

15/04/2012 07:31:00

Diritto costituzionale Di difficoltà per le famiglie e di impoverimento del territorio, sempre in merito al Classico di Salò, parla lo scritto del vicesindaco di Vestone.

25/11/2016 18:19:00

«I vantaggi del Si sono solo aria fritta» Caro direttore, voglio esprimere il mio dissenso con coloro che in questi giorni hanno scritto su questo giornale per incoraggiare a votare Sì al referendum del 4 dicembre



Altre da Terza Pagina
18/06/2021

«Il consumismo è la conseguenza necessaria del rispetto per la creazione»

Einstein non sa che per cambiare logica è proprio la creazione che va messa in discussione

16/06/2021

«La Calle 92»

Nel fine settimana a Maderno il terzo concerto del Festival “Suoni e Sapori del Garda”, con Piercarlo Sacco e Andrea Dieci. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria

16/06/2021

Roberto Gervaso, la sepoltura al Vittoriale

Questo sabato, 19 giugno, le spoglie del noto giornalista – già consigliere di amministrazione del Vittoriale degli Italiani – verranno accolte e onorate all'interno del Mausoleo con una cerimonia privata

15/06/2021

La poesia premia, anche a... «d'istanza»

Due studentesse del Liceo Scientifico del Perlasca di Idro si sono aggiudicate il secondo e il terzo posto al concorso POESIA D’ISTANTI

12/06/2021

«Cuore Italiano», in autunno l'anteprima

Riapre il Circolo Pensionati di Storo e a settembre, salvo eventuali restrizioni, ci sarà l'anteprima del cortometraggio di Virginia Grassi

12/06/2021

La «sacerdotessa del rock» sul palco del Vittoriale

La grande Patti Smith, vera icona del rock vivente, si esibirà in concerto a Gardone Riviera domenica 11 luglio

11/06/2021

«Vie di libertà»

Il ciclo di incontri promosso dall'associazione culturale “La Rosa e la Spina” di Villanuova continua nel weekend con un appuntamento dedicato a Chiara d'Assisi

11/06/2021

Stazione Scandolari, 95 anni di attività

A Tione ben quattro generazioni, con diversi figli, si sono susseguite nella conduzione della stazione di servizio come affidabili benzinai e riparatori di biciclette

09/06/2021

Salò riparte con gli eventi dell'estate

Dal passaggio della corsa automobilistica più bella del mondo all’Estate Musicale del Garda, la cittadina lacustre è pronta ad accogliere residenti e turisti con un ricco calendario di iniziative

09/06/2021

Guglielmo Tonni in mostra a Vestone

Dopo più di un anno riparte l’attività espositiva dell’Associazione culturale “Via Glisenti 43” che ospiterà, fino al 10 luglio, una mostra dedicata all’artista sabbiense